Via Maqueda: che fare?

via Maqueda vista dalla stazione

(Sergio Scialabba) Una rapina finita male, anzi malissimo, a due passi dall’Università, con un morto, dei feriti, bastoni e bottiglie rotte. Un fatto tragico avvenuto proprio all’inizio di quel pezzo di strada chiamato braccio meridionale di via Maqueda. Che ripropone il tema della riqualificazione di questo pezzo di centro storico. La pulizia e la qualità delle manutenzioni lascia a desiderare ma, forse, la questione più importante riguarda l’identità della strada: come coniugare la presenza di immigrati con il turismo, il commercio con più servizi per gli studenti universitari che lambiscono la zona dal lato della stazione. Certamente, però, qualsivoglia proposta deve partire dai residenti, che hanno il polso della situazione.  Portatori di interessi quali sono, conquistano potere contrattuale se si aggregano partecipando, così, al grande gioco della formazione delle politiche pubbliche.

 

avevamo scritto su questo stesso tema

L’incompresa

 

Lascia un commento