Una tradizione sempre viva

Il circo: una tradizione che si rinnova

(Redazione) Scintille di allegria, forti emozioni con le attrazioni del Circo Sandra Orfei, a Palermo dal 7 dicembre al 21 gennaio, presso il centro commerciale Forum. Uno show circense esclusivo, realizzato da Claudio Vassallo, sotto la direzione artistica di Sara Mateva e con le coreografie di Federica Toro. Uno spettacolo unico, capace di trasportare nell’atmosfera magica e surreale del circo, attraverso il connubio fra tradizione e innovazioni. Ritornano quindi in Sicilia, dopo alcuni anni di assenza, i “custodi della tradizione circense”, quella che è stata proposta all’ Unesco per diventare patrimonio culturale dell’umanità.

In scena artisti circensi ma anche formatisi in scuole teatrali, come il clown Angelo Patti, comico torinese di origini siciliane, cresciuto presso la scuola di recitazione di Londra e poi perfezionatosi alla corte di David Larible, quello che è ritenuto a livello mondiale il “clown dei clown”. L’atmosfera del grande Federico Fellini invade la pista e poi, con danze e musiche, trasporta in Spagna per un ouverture pervaso di luci e colori grazie a tecnologie di ultima generazione.

Lo spettacolo proposto non rinnega le radici

Lo spettacolo è assolutamente completo e non rinnega le sue radici, quelle che 250 anni fa ispirarono Philip Astley, cavalleggero londinese, inventore del circo moderno. La voce e l’incredibile ventriloquismo di Giampaolo Maltese; l’imponente presenza scenica e vocale di Marcello Marchetti nelle vesti di quel “clown bianco” che per Fellini fu simbolo di eleganza, armonia e intelligenza; le movenze sinuose di Federica Toro (catanese che la lasciato la sua terra per seguire l’amore e il circo); Sara Mateva equilibrista al cavo d’acciaio con gli hola hop, attrazione che ha conquistato il festival internazionale del circo “Città di Latina” e cresciuta, da ragazza, sotto le ali protettive della mitica Moira Orfei; l’acrobata aerea alle cinghie, Taylor Curatola, uscita a pieni voti dall’accademia di Arte Circense di Verona; Nicholas Errani giocoliere sul monociclo ma uno dei massimi esponenti in Italia del trapezio con cui volteggia, senza longia di sicurezza, da un lato all’altro dello chapiteau (tendone); lo spericolato Kevin Cupons alla ruota della morte.

Ma i numeri, gli artisti e le attrazioni del circo Sandra Orfei non finiscono qui. L’addestratore Claudio Vassallo accudisce con amore e porta in pista animali di ogni specie: dalla gabbia con tigri e leoni al numero esotico con lama, cammelli e ippopotamo; dagli splendidi quadrupedi dell’alta scuola di equitazione ai cavalli in libertà. Esibizioni che a Vassallo sono valsi importanti riconoscimenti al Festival Internazionale d’Italia e a “FieraCavalli” di Verona.

Molti circensi sono partiti dalla Sicilia

Da un’esibizione all’altra, in un crescendo rossiniano di emozioni e stupore, tutto procede secondo un filo conduttore contraddistinto da splendidi costumi, da ballerine e da allegria. Il circo Sandra Orfei, da anni, ha una sua identità e per la permanenza a Palermo ha lavorato alacremente per aggiungere altro, qualcosa di nuovo, di appassionante ma non tralasciando la volontà e la capacità di sapere custodire le tradizioni dell’arte circense che, oltre agli animali, prevede la presenza di un clown ed Angelo Patti considerato una star in ascesa. Dotato di elevati capacità recitative, interpreterà anche la meravigliosa “Preghiera del Clown” del grande “Totò”. Qui partirà la luminosa e scintillante parata finale di tutti gli artisti del Circo Sandra Orfei. Debutto venerdì 7 dicembre al centro commerciale “Forum”, alle ore 17.30 con replica alle 21. Poi, fino al 21 gennaio, sempre due spettacoli al giorno: feriali alle 17.30 e alle 21.00; festivi alle 17.30 e 19.30. Previste giornate di riposo, a dicembre, nei giorni 11/12/18/19/31 e, a gennaio, nei giorni 8/9/15/16 gennaio. Info visitare la pagina Facebook Circo Sandra Orfei di “Equestre Vassallo”.

Lascia un commento