Una squadra sotto pressione affronta il Perugia

Perugia-Palermo è un crocevia determinante per il prossimo futuro del campionato. La vittoria di ieri sera del Bari contro la Cremonese ha spinto i pugliesi a solo due punti di distanza dai rosanero. Dunque una sconfitta può significare possibilità di fuga per Empoli e Frosinone, appaiate in testa alla classifica, ma anche fiato sul collo per i rosanero, con diverse squadre che potrebbero mettersi sulla loro scia e tentare il sorpasso. Una pressione di cui il Palermo, in questa delicata fase del campionato, farebbero volentieri a meno. Tedino ieri in conferenza stampa ha predicato tranquillità, cercando di darla a un ambiente scosso dalle due sconfitte consecutive, di cui l’ultima in casa contro un avversario sulla carta abbordabile. Il mister parlando dei prossimi avversari ha elogiato la coppia di attaccanti perugina, composta da Di Carmine, oggetto del desiderio della chiusura del mercato invernale del Palermo, e Cerri, giovane attaccante arrivato in prestito dalla Juventus e con già alcune presenze in nazionale Under 21. Tornando ai rosanero, il mister ha parlato della condizione di Rispoli, il quale deve ancora ritrovare il ritmo partita, e di Moreo, che avverte dei problemi di pubalgia e dunque è in dubbio per il match contro gli Umbri. La formazione con cui il Palermo scenderà in campo al Renato Curi dovrebbe dunque vedere Posavec in porta. In difesa rientrerà Struna affiancato da Dawidowicz e Bellusci. Sulla fascia sinistra Aleesami è certo della conferma, mentre a destra potrebbe esserci il ritorno dal primo minuto di Rispoli (in staffetta con Rolando). A centrocampo avremo Jajalo e Chocev. Per l’attacco data per scontata la conferma di Nestorovski, l’assenza di Coronado per squalifica e Moreo in dubbio portano a pensare al’impiego di due tra Gnahore, Murawski e TrajkovskiCon questa probabile formazione il Palermo dovrà cercare di ottenere quei punti utili a non perdere contatto con la vetta della classifica e a non dilapidare i punti di distacco dal nutrito gruppo di outsider pronto a rilanciarsi in chiave promozione.(Alessandro Ferrante)

Lascia un commento