Un successo di gioia e convivialità per 120 dello Zen

La Cena più buona del mondo offerta da Kraft a Palermo è stata un successo
La Cena più buona del mondo organizzata dall’Albero della Vita onlus e offerta da Kraft è stata un successo

Un autentico successo di gioia e convivialità: è questo il bilancio di La Cena più buona del mondo promossa a Palermo da Kraft in collaborazione con L’Albero della Vita Cooperativa Sociale.

120 i partecipanti, famiglie abitanti del Quartiere Zen che vivono in condizioni di povertà, più della metà dei quali bambini che hanno potuto godere, tra l’altro, di un pirotecnico spettacolo clownistico.

Una serata allegra, gioiosa, piena di vita e voglia di condividere. Quei sentimenti che animano l’impegno quotidiano del Maresciallo Davide De Novellis, Comandante della Caserma San Filippo Neri- Zen e presente anch’egli alla serata “con i trenta uomini della caserma, ogni giorno condividiamo la vita del quartiere e, attraverso il progetto promosso da L’Albero della Vita, i miei uomini sono impegnati, tra l’altro, nell’attività di doposcuola.

Per quei bimbi non siamo più gli uomini in nero ma siamo i loro maestri; siamo i loro amici e compagni di vita. Da quasi dieci anni condividiamo la nostra presenza all’interno del quartiere e non passa giorno che si abbia la possibilità di vivere gioie momenti importanti come questa cena”.

Tra le cuoche volontarie della serata, tra le “nonne” che hanno subito aderito all’iniziativa promossa da Kraft vi è Floria Agostini, referente regionale di Libera. La sua è un’esperienza di vita segnata dall’uccisione del fratello oltre che della sua giovane moglie diciannovenne: “ho voluto aderire subito all’iniziativa, appena ho visto il post su Facebook. Volevo rendermi utile fornendo a queste famiglie la possibilità di una serata e di una cena che difficilmente potrebbero vivere da soli. E’ stata una serata meravigliosa, che ha arricchito tantissimo tutti noi”.

Queste sono le stesse parole di Rosy, una delle mamme ospiti della serata: “una serata bellissima, accogliente. Un pranzo buonissimo ed è stata un’occasione unica per i bimbi presenti per vivere qualcosa di unico”

L’evento nasce da un’intuizione di Kraft: alcune “nonne” d’Italia, animate da spirito volontaristico e solidale, hanno deciso di mettersi ai fornelli per preparare un menù esclusivo per tantissime famiglie dello Zen che vivono una quotidianità di grande difficoltà. Per queste nonne la giusta ricetta quest’anno è stata preparare di più per una giusta causa.

Siamo orgogliosi di questa iniziativa che ha mobilitato persone e consumatori da tutta Italia i quali, in modalità diverse, hanno contribuito a realizzare qualcosa che è la pratica concretizzazione dei valori in cui Kraft crede: stare insieme, riunirsi attorno a una tavola imbandita con del buon cibo, insieme alla famiglia, nella più tipica delle tradizioni italiane – ha affermato Luigi Cimmino Caserta, Responsabile Relazioni Istituzionali di The Kraft Heinz Company – Le aziende e i brand hanno, oggi, sempre di più un ruolo di attori della società, non solo economica, ma anche civile e sociale e siamo orgogliosi di aver potuto realizzare questa iniziativa, simbolo dell’impegno che fattivamente possiamo portare alla società. Grazie ai nostri partner L’Albero della Vita, alle istituzioni, alle nonne e alle famiglie che hanno accettato il nostro invito.”

Grazie a questa iniziativa, promossa e realizzata da Kraft con L’Albero della Vita Cooperativa Sociale che, da anni, è attiva con un progetto di contrasto alla povertà, si sono offerte alle persone più bisognose del territorio palermitano, simbolo di tutta quell’Italia che “fatica a garantire due pasti al giorno per i propri figli” l’opportunità di vivere un momento di gioia e serenità, un autentico momento di festa per donare un’esperienza di normalità a chi vive il Natale in difficoltà.

Il nostro lavoro a fianco delle famiglie che vivono in povertà è fatto di ascolto, fiducia e costruzione a quattro mani di una nuova progettualità. Le aiutiamo a sviluppare una prospettiva diversa su loro stesse e la comunità che le circonda -dichiara Giuseppe Di Rienzo, Presidente de L’Albero della Vita Cooperativa Sociale – Questa cena è una tappa preziosa nella direzione di uno stare insieme positivo, un piccolo tassello di un futuro da costruire fatto di bello, di cura reciproca. Siamo grati a Kraft per aver lavorato insieme a noi per costruire questa opportunità per le nostre famiglie”.

L’ingrediente principale di questa cena è stata dunque la solidarietà: chiunque ha potuto candidarsi come volontario sul sito www.cenapiubuona.com e cucinare per chi non può permettersi una vera cena di Natale; inoltre acquistando due confezioni di Mayonnaise Kraft (entro il 5 gennaio 2020) è ancora possibile vincere un buono spesa da 100 euro e i vincitori potranno scegliere se tenerlo per sé o se donarlo alle famiglie più bisognose che L’Albero della Vita supporta quotidianamente. (Redazione)

 

vedi

Cena offerta da Kraft a cento in povertà assoluta

 

 

 

 

Lascia un commento