“Un grido di pace arrivi fino in Siria”

Ferdinando Cusimano

Dalla VII circoscrizione (Arenella – Vergine Maria – Pallavicino – Tommaso Natale – Sferracavallo – Partanna Mondello – Mondello) parte un grido di pace a sostegno della popolazione siriana. Oggi, infatti, il Consiglio di Circoscrizione ha votato una mozione a firma del consigliere Ferdinando Cusimano di Sicilia Futura, all’unanimità dei presenti.

Con il testo approvato dalla circoscrizione si chiede al governo italiano di promuovere iniziative che coinvolgano in tutte le sedi istituzionali, con particolare riferimento all’Unione Europea, al consiglio d’Europa e la Nato, la PACE in tutto il territorio siriano, con interventi non belligeranti e di dialogo.

Al sindaco, prof. Leoluca Orlando, si chiede l’istituzione di un ponte umanitario che coinvolga i sindaci delle capitali che si affacciano sul Mediterraneo, per sostenere la dignità umana di tutti gli sfollati che vivono in condizioni molto precarie.

Il consigliere Cusimano, durante l’esposizione in aula, parla dei ricordi tramandati dai propri nonni che, durante la seconda guerra mondiale, vivevano nel terrore e paura, in particolare quando gli sfollati a Palermo si rifugiavano all’interno delle grotte di Monte Pellegrino: tutto questo a dimostrazione che i racconti di paura e terrore si sono tramandati e che noi italiani abbiamo passato momenti difficili ma, alla fine, abbiamo ottenuto la pace, la libertà, ma, soprattutto, abbiamo uno Stato democratico.

Il credo religioso, gli estremismi politici non possono, in alcun modo, porre in secondo piano la dignità dell’essere umano: la politica è condivisione ed è l’espressione massima dell’altruismo. In Siria si sta vivendo, da oltre 8 anni, una situazione di guerra che conta milioni di sfollati e centinaia di migliaia di morti civili. (Redazione

 

 

 

Lascia un commento