Un francobollo per un anno speciale

Un francobollo in ricordo di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018

(Redazione) Poste Italiane emette oggi il francobollo commemorativo di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018. Il Ministero dello Sviluppo Economico dopo la presentazione alla Sala Archimede, a Palazzo delle Poste ha emesso oggi il francobollo commemorativo di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018. La bozzettista è Tiziana Trinca (già autrice della vignetta del francobollo celebrativo stampato per i 50 anni dal terremoto del Belìce) e la vignetta raffigura, rispettivamente a sinistra e a destra, le chiese di Santa Maria dell’Ammiraglio (la Martorana), e di San Cataldo. In alto, a destra, è riprodotto il logo di Palermo Capitale Italiana della cultura 2018. Completano il francobollo la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”. Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente. La tiratura è di 900 mila esemplari, fogli da 28 esemplari. Oggi, primo giorno di emissione, l’annullo sarà disponibile all’ufficio postale di Palermo Centro. “Sono poco meno di quaranta le emissioni di carte-valori postali previste per questo anno in corso con 5 francobolli commemorativi, 5 celebrativi e i restanti compresi nelle serie tematiche – si legge sul sito del Mise – Tra i francobolli più rappresentativi scelti per l’anno 2018 figurano quello dedicato a San Pio da Pietralcina per commemorare il cinquantenario della scomparsa, quello per celebrare il 45esimo anniversario della fondazione dei Bandierai degli Uffizi, ovvero gli sbandieratori ufficiali di Firenze e quello per  Palermo, capitale italiana della Cultura 2018″.

Lascia un commento