Un festival dedicato a Falcone e Borsellino

il murale che riproduce i magistrati uccisi nel 1992

di Carmela Corso

 

A ventisei anni da quel tragico 23 maggio 1992, Capaci ricorda la strage che uccise Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro attraverso il primo Festival organizzato dal teatro amatoriale “Falcone e Borsellino” in collaborazione con Teatranti Instabili, in scena fino al 2 settembre, interamente finanziato dai commercianti del territorio, dai cittadini e dai bambini  della Scuola elementare “Alcide De Gasperi dd Gaetano Longo” che ospiterà quattro spettacoli fuori concorso, allestiti nell’atrio interno dell’istituto. 

Mercoledì 23 maggio, la serata di apertura con la performance musicale del mezzosoprano Lorena Scarlata Rizzo impegnata nella rappresentazione di “Colapisci” con l’accompagnamento di Francesco Davì alla chitarra. «La scelta di esordire questa prima edizione con Colapesce –  dice Maria Ansaldi, direttore artistico della manifestazione – è un modo per ricordare un eroe siciliano, così come un eroe sono stati Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, e tutti coloro che hanno messo a servizio della giustizia e della legalità il proprio impegno e il proprio lavoro, sacrificando la propria vita nella lotta alla mafia, nella speranza di un futuro migliore. Grazie all’appoggio dei commercianti, della scuola che ci ospita e dei cittadini di Capaci, abbiamo potuto realizzare il nostro piccolo contributo ad una memoria attiva affinché il sacrificio di tutti questi eroi non sia stato vano».

Interverranno, tra gli altri,  il sindaco di Capaci Sebastiano Napoli, il comandante della caserma dei carabinieri di Capaci Paolo Antonio Conigliaro e il vice comandante Antonio La Rocca, il procuratore Alfredo Morvillo, il professore Pippo Romeres, il consigliere comunale Giulio Cusumano, presidente Aiga (associazione italiana giovani avvocati),  Dario Greco e Rocco Battaglia, presidente dell’associazione Terra Vecchia attiva nel recupero e nel trasmissione della storia di Capaci, impegnati nel dialogo  “La bellezza salverà il mondo”. Seguirà lo spettacolo “Incontri” di Gino Bonanno, messo in scena dai giovani alunni del De Gasperi – Longo nell’inedita veste di poeti per una notte, e la performance live delle Serio Sisters.. 

Otto le compagnie teatrali impegnate, una diversa per ogni serata. Si alterneranno sul palco: L’Armonia (17 giugno), Gli amici dell’arte (24 giugno), Spes In Arte (30 giugno), La compagnia del divano (1 luglio), Associazione Culturale Capuana (8 luglio), Associazione Vivi il territorio (15 luglio), I Frastornati (19 agosto), F.I.T.A. Roma (26 agosto).  Tra gli spettacoli fuori concorso: La piazza degli artisti con la partecipazione Fabrizio Romagnoli (22 luglio), A spasso con l’opera con Rosolino Claudio Cardile, Natasa Kàtai e Lorena Scarlata Rizzo (29 luglio), I Teatranti Instabili (5 agosto) e La Compagnia dei Vitelloni (12 agosto).

Gran finale, domenica 2 settembre con il tango argentino di Silvina Larrea e Pablo Pouchot cui seguirà il momento delle premiazioni. Ad eleggere i vincitori sarà una giuria di settore più uno spettatore sorteggiato ogni sera.

Il costo di ogni singolo evento è pari ad €3,50 a serata, gratuita quella di apertura, con la possibilità di acquistare un abbonamento per l’intero festival al costo di €30. Maggiori informazioni su spettacoli, costi e abbonamenti al 3284455075 o all’indirizzo festivalfalconeborsellino@gmail.com.

Lascia un commento