Un campus sociale a Ballarò

Massimo Castiglia

Cinquanta ragazzi, provenienti da ogni parte della Sicilia, saranno ospitati da alcune famiglie in città per 5 giorni: è il secondo appuntamento del campus sociale e interculturale Guardo la mia città promosso dal Movimento dei focolari. a Ballarò. Il primo si era svolto da 2 al 12 luglio 2018. Spiega Claudio Villafrancaideatore e coordinatore del progetto: “L’anno scorso abbiamo pulito i marciapiedi del quartiere. Quest’anno, di concerto con l’amministrazione comunale e con il presidente della circoscrizione, Massimo Castiglia, si è deciso di sistemare e rendere fruibile una piazzetta del quartiere, dove poi si creerà uno spazio gioco per i bambini. Inoltre, all’interno del campus, oltre ad azioni ecologiche, si terranno incontri di formazione, dibattiti con esperti ed esperienze condivise di multiculturalità, con due serate dedicate all’arte culinaria multietnica.” 

Un quartiere che accoglie i giovani: è questa l’idea predominante del progetto. Il campus, dal costo di 40 euro per ogni ragazzo, ha tra i suoi obiettivi lo stimolo ad una cittadinanza attiva, sia a livello culturale, che politico, con un focus sui temi dell’ecologia. L’idea di essere accolti dal quartiere e ridonare al quartiere stesso uno spazio nuovo, ci fa pensare che insieme, e solo insieme, le cose possono cambiare. (Redazione

Lascia un commento