Uiltucs chiede risposte sul futuro del gruppo Sma

l’hard-discount di via dei Nebrodi

(Sergio Scialabba) Scioperano i lavoratori Sma in Sicilia. Domani 30 aprile i sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil manifestano per chiedere chiarezza sul futuro dell’azienda, dopo le voci sempre più insistenti di trattative per la cessione della rete di vendita di Sma Simply che in Sicilia conta circa mille dipendenti. 

Marianna Flauto, segretario generale della Uiltucs Sicilia, spiega che “a Palermo i lavoratori si ritroveranno davanti al punto vendita di via dei Nebrodi, dalle 9, dove effettueranno un sit-in: da tempo chiedono risposte. A Roma le cessioni di alcuni punti vendita sono avvenute senza accordo coi sindacati e hanno peggiorato le condizioni normative e salariali. Il taglio del costo del lavoro ha ormai creato sfiducia fra gli addetti che vivono senza certezze sul loro futuro”. 

 I sindacati rivendicano quindi “il diritto di conoscere le reali intenzioni della proprietà rispetto alle prospettive, se ve ne sono, dell’azienda nel mercato italiano. Per queste ragioni abbiamo chiesto l’intervento del ministero dello Sviluppo economico e abbiamo risollecitato la direzione aziendale a fare chiarezza. Sma Simply continua però a fornire informazioni parziali e poco attendibili evitando qualsiasi confronto di merito per ricercare soluzioni condivise. Ci sono 8 mila famiglie in Italia che attendono risposte”.

Lascia un commento