UilPa Vigili del Fuoco pronta a scendere in piazza

un Vigile del Fuoco in azione

“L’aumento di 13 euro mensili lordi previsto nel decreto legge ‘Semplificazioni’ non è soltanto insignificante sotto il profilo della valorizzazione dei Vigili del Fuoco in termini di riconoscimento del loro impegno e dei loro sacrifici, ma rappresenta una sorta di mancia offensiva e lesiva della dignità di un Corpo che ha sempre operato con sconfinata dedizione, e al quale gli italiani non mancano mai di esprimere gratitudine e vicinanza”: così Alfonso Farruggia, segretario generale della Uil Pubblica Amministrazione Sicilia, stigmatizza “la mancata attenzione del governo verso una categoria di lavoratori che rischiano quotidianamente la propria vita”.

Parole alle quali farà seguito, il prossimo 22 luglio a Roma, la partecipazione di una delegazione sindacale della Uilpa Vigili del Fuoco Sicilia, guidata dal segretario generale Gianpiero Nuccio, che scenderà in piazza, davanti a Palazzo Montecitorio,  per rivendicare il diritto alla contrattazione degli incrementi retributivi e dei vari istituti giuridici contemplati nell’intervento previsto dal Decreto già approvato.

L’Italia sta attraversando una fase molto complessa a seguito delle conseguenze della pandemia, che ha drammaticamente acuito il fenomeno della povertà, sia relativa che assoluta – affermano i due esponenti sindacali – e, alla luce di questo dato di fatto, crediamo che la politica debba individuare, proprio nel confronto con i sindacati, uno strumento di fondamentale importanza per uscire dalla crisi”. (Redazione)

 

vedi

Anche la UilPa con i Vigili del Fuoco

 

 

Lascia un commento