TEHA rilancia a Catania l’Economia del Mare

Giuseppe Nargi

La Sicilia può ricoprire il ruolo di hub energetico e logistico del Mediterraneo”. Lo ha dichiarato Giuseppe Nargi, direttore regionale Campania, Calabria e Sicilia di Intesa Sanpaolo, durante la seconda tappa del roadshow Ambrosetti Verso Sud piattaforma internazionale di The European House – Ambrosetti a Catania.

Nonostante le tensioni geopolitiche che interessano l’area – ha aggiunto Nargi – questo mare intercetta il 20 per cento del traffico marittimo mondiale e il 27 per cento dei servizi di linea container.

Come banca siamo in prima linea per rafforzare la competitività dell’isola, favorendo investimenti nella Zes unica del Mezzogiorno e nell’industria turistica meridionale, alla quale abbiamo destinato 3 miliardi di euro nell’ambito di un plafond nazionale da 10 miliardi.

Sosteniamo, inoltre, i processi di autonomia energetica delle imprese siciliane con una serie di iniziative per incentivare la produzione e l’autoconsumo di energia green e una specifica progettualità legata alle Comunità Energetiche Rinnovabili”.

Verso Sud, realizzata in collaborazione con Intesa Sanpaolo, Gruppo Fs, Confederazione Italiana per lo Sviluppo Economico (Cise), Gruppo Msc, Gruppo Adler, Mediocredito Centrale – Invitalia, Edison, Coldiretti – che unisce, in un unico Think Tank, istituzioni, imprese e rappresentanti del mondo accademico e della ricerca ha l’obiettivo di costruire, valorizzare e comunicare una nuova visione mediterranea strategica per l’Italia e l’Europa.

Un momento del roadshow THEA di Catania

Per la terza edizione (2023 – 2024), l’ambizione è identificare progetti a caratterizzazione pubblico – privata che possano rispondere alle sfide di attrattività del Sud Italia, facendo leva sugli strumenti presenti a livello nazionale (es. Pnrr, Zes Unica, Fondo di Sviluppo e Coesione, Piano Mattei, ecc.) ed euro – mediterraneo (es. Strategia Global Gateway, Interreg, ecc.).

Le sfide di attrattività identificate dal Gruppo di Lavoro TEHA sono il potenziamento delle filiere strategiche che connotano il Sud nella macro – regione mediterranea, tra cui Economia del Mare (come macro – settore portante per lo sviluppo), Manifattura ad alto contenuto tecnologico e turismo; la Valorizzazione del capitale umano, mediante la costruzione di una strategia mediterranea che consideri Demografia e Migrazioni, Istruzione e Lavoro; la visione per dare trazione alla Trasformazione Energetica e Ambientale in corso.

Nel corso dell’incontro è stata presentata una fotografia del quadro socio – economico della Sicilia, che restituisce criticità ma anche importanti segnali di ottimismo che possono supportare la realizzazione della visione di Verso Sud: “Essere cerniera tra Europa e Mediterraneo Allargato, contribuendo costantemente a disegnare, interpretare e realizzare il piano di un’Europa protagonista dei grandi cambiamenti geopolitici, economici e sociali che influenzano la costruzione di una società mediterranea vasta più forte, giusta e coesa”.

“La Sicilia è l’isola più grande del Mediterraneo ed è centrale nella strategia tracciata in Verso Sud. Il Piano Mattei del Governo italiano è un esempio di come la centralità geografica può – e deve – tradursi in un fattore strategico di crescita socio-economica per tutto il Mediterraneo Allargato.

In questo quadro, la Sicilia costituisce la piattaforma ideale per lo sviluppo di progetti di cooperazione nel Mediterraneo e, in particolare, per dare sempre più concretezza ad alcune linee di indirizzo del Piano Mattei” ha commentato Valerio De Molli, Managing Partner & Ceo di The European House – Ambrosetti.

Le indicazioni e i progetti raccolti con il contributo dei Partner di Verso Sud e delle imprese partecipanti al Tavolo a Catania saranno integrati nella terza edizione del Rapporto Verso Sud che è previsto venga discusso con una platea nazionale e internazionale di Istituzioni e imprese il 17 e 18 maggio 2024 a Sorrento. (Redazione)

vedi

War-Torn Emea: Unleashing the Region’s Hidden Potential