Targhe: ok serbo a Pristina

ph Evgeny Tchebotarev on Unsplash

Belgrado permetterà alle auto con targa kosovara di entrare in Serbia: una decisione che sembra andare verso la risoluzione della annosa quanto celebre disputa tra la Serbia e il suo vicino, di cui non riconosce l’indipendenza.

La decisione è stata presa per “facilitare la libera circolazione di tutti i veicoli” provenienti dal Kosovo, ha dichiarato l’emittente pubblica serba Rts, citando il capo dell’ufficio serbo per il Kosovo, Petar Petkovic.

Finora i veicoli provenienti dalla Serbia o dal Kosovo potevano attraversare il confine, a condizione di apporre degli adesivi sugli emblemi nazionali visibili sulle targhe.

Ora si consentirà la partecipazione al traffico stradale a tutti i veicoli registrati dalle Istituzioni provvisorie di autogoverno di Pristina: questa misura entrerà in vigore il primo gennaio 2024.

La Serbia aveva accettato di riconoscere le targhe del Kosovo (e viceversa) in seguito a un accordo raggiunto nel 2011 sotto l’egida dell’Unione Europea.

Poi però la decisione non è stata attuata anzi ha provocato blocchi stradali e duri scontri. Fino a questa apertura di cui si sottolinea la dimensione pratica, per quanto sottenda una inequivoca distensione. (Redazione)

vedi

Orlando dismette il Campo Rom e traccia una Riad map