Stretto accordo tra Agribologna e Bia

Accordo strategico siglato fra i consorzi Agribologna, fra i leader nella produzione di ortofrutta a livello nazionale, e Bia, primo produttore di biologico in Italia con 3.000 ettari di terreni in produzione di ortofrutta fresca.

La partnership è mirata a una vera e propria integrazione fra le due realtà, sul fronte della produzione agricola e logistico-gestionale. Nasce nei fatti un nuovo polo italiano del Biologico, con caratteristiche produttive, organizzative e logistiche tali da posizionarsi ai vertici del comparto, in linea con i principali player di riferimento.

L’accordo viene siglato in una fase che vede il settore del Biologico cresciuto del 4.4 per cento nell’ultimo anno (dati ISMEA-SINAB, giugno 2020) e con prospettive di ulteriore crescita per il futuro, anche a breve e medio termine.
 
Alla base della partnership una visione e un’identità comuni ai due consorzi, a partire dalla centralità attribuita a: sostenibilità ambientale e sociale, relazioni con i soci produttori, modelli di gestione ed efficienza nell’organizzazione commerciale.
 
Guardiamo alla partnership con Bia, la prima piattaforma produttiva del biologico a livello nazionale, come ad un’alleanza strategica, a cui diamo il via con grande soddisfazione, peraltro nell’Anno internazionale dell’Ortofrutta” commenta Lauro Guidi, presidente del Consorzio Agribologna.

Il settore del Biologico è cresciuto del 4.4 per cento nell’ultimo anno con prospettive di ulteriore crescita per il futuro, anche a breve e medio termine

I fattori identitari che ci accomunano sono centrali – continua -Ancora di più, in tempi oggettivamente non facili come questi, per il sistema-paese, siamo particolarmente orgogliosi di poter affermare che Agribologna e Bia hanno come obiettivi prioritari, oltre alla qualità e all’eccellenza dei prodotti e alla sostenibilità ambientale, quello della giusta remunerazione e del giusto reddito agli agricoltori. Potremo insieme arrivare fra l’altro a una copertura territoriale che non esiterei a definire molto importante, anche grazie al nostro presidio del Centro-Nord Italia. Diamo il via con una particolare emozione a questo decisivo impegno nel Biologico, da parte di Agribologna, forti del nostro impegno di sempre nella sostenibilità ambientale e della lotta integrata, per la salute dei lavoratori e dei consumatori, nonché della storica e vincente verticalizzazione, propria di Bia, quale eccellenza di settore.”

Sono già partiti i lavori per destinare aree degli stabilimenti di Agribologna esclusivamente al confezionamento dedicato ai prodotti biologici. Dai primi di maggio, inizierà il lavoro congiunto per la messa a punto degli stabilimenti e delle operazioni di logistica. L’obiettivo è completare l’operazione generale entro agosto, per essere a pieno regime nell’autunno del 2021. (Redazione)