Storie, culture e religioni in dialogo all’Ics Silvio Boccone

ph Bianca Ackermann on Unsplash

Prende il via presso l’Istituto Comprensivo Statale Silvio Boccone – nell’ambito di un corso di formazione per docenti – il progetto Storie, culture e religioni in dialogo. La ricchezza nella diversità per una società scolastica inclusiva che accetta la “sfida del pluralismo religioso a scuola” e ne sviluppa i contenuti.

Il progetto è frutto dell’intesa tra l’Istituto scolastico palermitano e la Fondazione per le scienze religiose (Fscire) di Bologna, presente in città con la Biblioteca e Centro di ricerca per lo studio della storia e delle dottrine dell’Islam “Giorgio La Pira”.

Obiettivo è fornire strumenti utili per approfondire gli aspetti del pluralismo religioso, legato strettamente alla pedagogia interculturale, tema di grande attualità vista la presenza rilevante nelle scuole di alunni e famiglie portatrici di valori religiosi, agnostici, atei e di grande importanza per la promozione di una convivenza civile, rispettosa e accogliente, di un dialogo interreligioso e interculturale fra le studentesse, gli studenti e il personale docente dell’Istituto e del territorio di riferimento. Per questo, la prima lezione del corso ha come tema il pluralismo e l’analfabetismo religioso.

Il corso di formazione prevede un totale di trenta ore di lezione e dieci di studio individuale. Con la collaborazione di tredici ricercatori e docenti universitari, ai partecipanti – insegnanti delle scuole primaria e secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo Statale Silvio Boccone – sono proposti gli strumenti necessari alla comprensione dei fenomeni storico-religiosi del passato e delle loro ripercussioni sulle dinamiche del presente, con un’ampia panoramica sulle conoscenze specifiche e specialistiche per l’interpretazione delle fonti, della storia e delle identità plurali della nostra società.

Nel corso dell’anno scolastico venturo, l’Istituto Comprensivo Statale Silvio Boccone, in collaborazione con Fscire e la Biblioteca “La Pira”, organizzerà laboratori ed eventi pubblici rivolti al personale scolastico, agli studenti, ai genitori e alle associazioni della città di Palermo, al fine anche di consolidare una rete di soggetti e di promuovere un ampio spettro di attività culturali sul territorio. (Redazione)