Steven Spurrier leggenda del vino

Steven Spurrier

La compagna di vita della leggenda dell’industria del vino Steven Spurrier ha ricevuto The Oeno Golden Vines Honorary Award in onore degli straordinari risultati raggiunti da Steven Spurrier, nel corso di un evento privato ospitato da Liquid Icons e The Macallan presso The Macallan Golden Vines Dinner.

La cena si è svolta a The Manor House del The Rosewood Hotel London il 6 luglio. Jane MacQuitty, amica di Spurrier e critico di The Times Wine, ha consegnato The Golden Vines Trophy a Bella Spurrier, a margine della proiezione di un video di 3 minuti appositamente realizzato per l’evento – dedicato alla vita di Steven – realizzato da Angela Duerr intorno ai vigneti di Napa.

Steven Spurrier che, com’è noto, ha organizzato Il celebre giudizio di Parigi del 1976 si è spento a causa di un brutto male nel marzo del 2021. Jane MacQuitty ha lodato i traguardi e l’eredità di Steve Spurrier affermando: “Molto semplicemente Steven è stato uno dei più grandi uomini di vino della sua generazione, proprio come il suo mentore ed amico Michael Broadbent lo è stato prima di lui. Sono lieta di avere dato The Oeno Golden Vines Honorary Award alla vedova di Steven, Bella Spurrier, senza la quale egli non avrebbe mai ottenuto molti, molti dei suoi successi“.

Bella ha commentato: “Sono felice di accettare The Oeno Golden Vines Honorary Award per conto del mio defunto marito il cui contributo al mondo del vino pregiato – passando attraverso sia le degustazioni del giudizio di Parigi che la sua lunga carriera costellata di successi – ha toccato così tanti che condividono la sua sete di apprendimento e l’amore per la più preziosa delle creazioni di Dio.

Steven sarebbe stato molto orgoglioso di ricevere questo premio e del lavoro che la Gerard Basset Foundation sta facendo per promuovere la diversità e l’inclusione nel mondo del vino dove attualmente ci sono gravi carenze“.

Michale Doerr, ceo di Oeno, ha aggiunto: “Oeno è lieta di sponsorizzare questo premio alla leggenda del vino Steven Spurrier la cui influenza sul mondo del vino pregiato è incommensurabile. Come importanti commercianti di vino pregiato stiamo proseguendo la sua opera. Siamo, inoltre, orgogliosi e onorati di sostenere The Golden Vines e The Gerard Basset Foundation nel lavoro che stanno facendo per portare più diversità e inclusione nel mondo del vino“.

Lewis Chester, DipWSET ceo di Liquid Icons ha inoltre annunciato la rosa dei vincitori di The Golden Vines Hall of Fame e The Golden Vines Innovation Awards a seguito del voto di 442 professionisti del vino pregiato provenienti da 55 nel Gerard Basset Global Fine Wine Report che viene assegnato in modo indipendente da Deloitte.

The Golden Vines Hall of Fame Award, assegnato a un individuo vivente per la sua straordinaria distinzione nella carriera, contributi eccezionali alla produzione di buon vino o per l’eccezionale servizio al mondo del buon vino – aveva 5 candidati pre-iscritti: Roberto Conterno di Giacomo Conterno (Italy), Paul Draper in passato di Ridge Vineyards (Usa), Peter Gago of Penfolds (Australia), Richard Geoffroy in passato Chef de Cave di Dom Pérignon (France), Aubert de Villaine di Domaine de la Romanée Conti (France).

Aubert de Villaine e Paul Draper hanno ottenuto il maggior numero di nomination.

Il Golden Vines Innovation Award ha avuto cinque candidati pre-iscritti. Amorim Cork Coravin International Organisation of Vine & Wine (OIV), UC Davis Department of Viticulture & Enology, Wine & Spirit Education Trust (WSET), Coravin e Wine & Spirit Education Trust (WSET) hanno ottenuto il più alto numero di nomination.

I vincitori di The Golden Vines Hall of Fame e The Golden Vines Innovation Awards saranno annunciati durante la cerimonia e la cena dei Golden Vines Awards presso Annabel’s Private Members Club il 7 ottobre 2021.

L’evento senza scopo di lucro Golden Vines Awards riconoscerà la star performer dell’industria del buon vino e raccoglierà fondi per la Gerard Basset Wine Education Charitable Foundation con l’obiettivo di finanziare programmi di educazione al vino relativi alla diversità e all’inclusione, tra cui le borse di studio Taylor’s Port Golden Vines Diversity Scholarships, del valore di 55mila sterline ciascuna per due studenti BAME/BIPOC impegnati nei programmi Master of Wine o Master Sommelier. (Sergio Scialabba)

vedi

Big Sponsor per i Golden Vines

Liquid Icons offre opportunità