Sindaco in sella fino a fine mandato

Leoluca Orlando

Il Consiglio Comunale ha respinto la mozione di sfiducia contro il sindaco Leoluca Orlando, il quale continuerà ad amministrare la quinta città d’Italia fino alla fine del mandato conferitogli a suo tempo da tantissimi palermitani.

Da registrare la bassissima qualità del dibattito a Sala delle Lapidi, dovuta certamente a lunghi anni segnati dal populismo e all’assenza di una valida alternativa progettuale e culturale all’attuale amministrazione.

In ogni caso definire “cariatide” una persona non è proprio di buon gusto e nemmeno rinfacciare a un consigliere firmatario della mozione di sfiducia avere frequentato Villa Niscemi.

Sembrano del tutto pretestuosi gli attacchi alla Lega, che evocano l’immagine di Berlusconi con il fez sulle copertine dell’Espresso agli inizi della Seconda Repubblica e irriguardoso nei confronti della cittadinanza da parte del sindaco minimizzare l’evidente stato comatoso dei servizi pubblici. Falso, infine, che sia stata l’amministrazione a denunciare la corruzione negli uffici comunali. (Sergio Scialabba)

 

vedi

La scadenza dell’ottimismo (di Sergio Scialabba)

 

 

Lascia un commento