Sindaci in campo

Orlando

Il decreto milleproroghe bloccherebbe 1625 interventi accolti nei 96 progetti presentati da comuni e città metropolitane per riqualificare 326 comuni italiani, un terzo dei quali ricade in Sicilia. Il blocco dei progetti del bando periferie – oltre a fare recedere i privati che, con gli enti pubblici, si sono impegnati a garantire un cofinanziamento pubblico-privato di 1,1 miliardi di euro – determinerebbe una perdita reale di 42 mila posti di lavoro ed effetti diretti e indiretti su 9,5 miliardi di euro (considerando l’indotto). Il bando periferie, considerato dai sindaci il cardine attorno a cui enti, istituzioni, associazioni, ordini professionali, università, imprenditori, giovani e volontari hanno ipotizzato interventi di sicurezza sociale, di recupero urbanistico, architettonico, di interconnessione modale, mobilità dolce e servizi sharing è stato bloccato, azzerato, congelato al 2020 dal Governo. I sindaci di tutti i comuni scendono in campo. Capofila è la capitale dell’ isola dove mercoledì 17 ottobre  alle 12 a Palazzo Bonocore il sindaco Leoluca Orlando firmerà per primo un documento unitario, sottoscritto da moltissimi altri sindaci e supportato dall’ Anci, l’ associazione nazionale dei comuni che su questo punto ha troncato le relazioni con il governo. Hanno aderito i primi cittadini di Matera, Campobasso, Ravenna, Ancona, Varese, Bologna, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Siracusa, e altri che si stanno aggiungendo in queste ore. Sarà esposta una panoramica dei 96 progetti finanziati dal bando periferie e bloccati dal milleproroghe, organizzata in una rassegna visuale chiamata Milleperiferie  prodotta da I WORLD, con il patrocinio, tra gli altri, di ANCI Sicilia, ANCI Nazionale e Regione Siciliana un progetto ideato, diretto e prodotto da I WORLD, patrocinato da ANCI Nazionale, ANCI Sicilia, Presidenza della Regione Siciliana, Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Città Metropolitana di Palermo, Comune di Palermo, Fondazione Sicilia, SOSVI.MA, nell’ ambito delle manifestazioni di Palermo Capitale Italiana della Cultura. (Redazione)

Lascia un commento