Sicilia Futura: “Basta con gli allagamenti”

da sinistra: Ferdinando Cusimano, Catia Meli, Peppe Fiore, Edy Tamajo, Salvatore D’Asta e Ottavio Zacco

Trovare soluzioni efficaci al fine di risolvere l’annoso problema degli allagamenti a Partanna Mondello. Questo l’obiettivo dei vertici regionali e locali del gruppo politico “Sicilia Futura”. Ogni anno, con l’arrivo delle prime piogge, infatti, cominciano per i residenti della zona seri disagi. 

Nei giorni scorsi, dopo essersi verificato l’ ennesimo imponente allagamento, si sono riuniti il deputato siciliano Edy Tamajo, i consiglieri comunali Ottavio Zacco e Catia Meli, il presidente della settima circoscrizione Giuseppe Fiore e i consiglieri della settima circoscrizione Ferdinando Cusimano, Alessandro Scafidi e Salvatore D’Asta. 

“Non mancheranno gesti eclatanti – si legge nel comunicato diramato dal gruppo – dalla classe dirigente di Sicilia Futura. Nei primi giorni di settembre faremo una manifestazione, coinvolgendo i cittadini”.

I cittadini, infatti, protestano e continueranno a protestare anche per la mancata realizzazione del “ferro di cavallo”, canale utile allo smaltimento delle acque piovane. 

“Grazie al nostro interessamento – si legge sempre nel comunicato – questo intervento è stato finanziato per 5 milioni e mezzo di euro all’interno di “Patto per il Sud”. I lavori non sono ancora iniziati a causa di un rimpallo di conseguenze”. 

“Da ora in poi – si continua a leggere – non si faranno sconti a nessuno. Denunceremo alla Procura della Repubblica, chi, in questi anni ha portato il territorio a versare in tali condizioni e vigileremo attentamente l’operato dell’Unita di Crisi, organo del Comune di Palermo, indispensabile nei casi di allerta meteo”. (Gabriele Giovanni Vernengo)

Lascia un commento