Show di arti sorelle

Mario Perrotta

È un moderno Telemaco, colto in un tempo fuori dal suo nel tentativo di raccogliere i cocci di una storia di cui è insieme protagonista e spettatore, il protagonista di Odissea, lo spettacolo di e con Mario Perrotta, al debutto domani 10 gennaio, alle 21, nella Sala Strehler del Teatro Biondo.

Il racconto di un’epopea contemporanea, in cui il mito si mescola al quotidiano, unendo attraverso un file rouge filologico Itaca e il Salento, i versi di Omero e il dialetto leccese.
«Questa sera mi affitto due musicisti, li porto nella piazza del paese e faccio il botto! Stasera succede un casino…». È questa la premessa che da inizio ad uno show di arti sorelle, musica, teatro e danza, legate insieme da una partitura musicale rigorosa, pensata ed eseguita in scena dai musicisti Mario Arcari (oboe, clarinetto, batteria) e Maurizio Pellizzari (chitarra, tromba), che accompagnano il narratore diventando anch’essi, con i loro molteplici strumenti, voci della storia.

Lo spettacolo, insignito del “Premio Hystrio” alla drammaturgia 2009 e finalista ai “Primi Ubu” 2008, e prodotto dal Teatro dell’Argine, è inquadrato in “[De]generazioni”, la nuova stagione teatrale del Biondo, e andrà in scena fino a domenica 13. Biglietti da €16 ad €5. Maggiori informazioni allo 0917434341 (Carmela Corso)

Lascia un commento