Shopping incoraggiato dall’ avvio dei saldi

Salvatore Bivona

(Redazione) L’ avvio dei saldi il 2 gennaio ha beneficiato della presenza turistica. Un fatto positivo ma, per questa ragione, i dati a disposizione non rappresentano fedelmente l’ effettiva propensione al consumo. Solo dopo l’ Epifania sarà possibile tracciare un bilancio, con dati “puliti”.

“La decisione – commenta Salvatore Bivona, presidente della Cidec, Confederazione Italiana Esercenti Commercianti di Palermo – di dare avvio ai saldi il 2 gennaio ci ha trovati favorevoli. Stigmatizziamo, invece, il comportamento di qualche esercente che, seppur mosso da legittimo desiderio di vendere merce, inizia a praticare gli sconti a ridosso del periodo di Natale. Si tratta di una modalità che confonde il consumatore e rovina il mercato, bloccando il commercio già duramente messo alla prova dalle vendite online. Molti commercianti hanno anche l’abitudine di avvisare tramite sms o social web i propri clienti in merito all’avvio della scontistica, non rispettando la data ufficiale dell’inizio dei saldi.”

La Regione intende varare misure per aiutare il commercio

“Seppure scorretto – dice però Bivona –  e dunque non condivisibile, si tratta di un tentativo di uscire da una crisi che pare ormai senza fine: i negozi sono messi a dura prova dalla proliferazione dei centri commerciali e dal commercio sul web.” Su quest’ultimo punto, Bivona guarda con attenzione alle iniziative legislative che la Regione Siciliana intende mettere in campo in questo settore.

Lascia un commento