Sfuma il sogno di Samsonova

ph Ben Hershey on Unsplash

(Carmela Corso) Si interrompe alla semifinale il sogno di Ljudmila Samsonova, fino ad ora vera e propria rivelazione di questa 30esima edizione dei Palermo Ladies Open, battuta dall’elvetica Jil Teichmann (n.8 del tabellone, #22 del ranking mondiale) in due set per 6-3 6-1. Un match tutto sommato equilibrato, almeno nel primo set, in cui la Samsonova accusa i colpi dell’avversaria rimontando, tuttavia, uno 0-40 nel suo primo turno al servizio. L’ago della bilancia torna a segnare in favore della Teichmann che chiude il primo la prima parte dell’incontro in 42 minuti grazie ad un break decisivo. La prestazione della svizzera si riconferma nel secondo set che arriva in breve al 4-0 sfruttando gli errori dell’avversaria che spreca malamente due palle break, salvo poi azzardare una timida ripresa segnando il 4-1 che non basta ad arginare la Teichamann che ha ragione della Samsonova e sigla il definitivo 6-1 in poco più di un’ora e 18 minuti di gioco.

Uno scenario simile si ripete nell’incontro tra Kiki Bertens e Paula Badosa. Soffre, la Bertens di fronte ad una combattiva Badosa, per la prima volta in carriera in una semifinale. È l’olandese n.1 del tabellone e quinta al mondo, a dettare le regole all’inizio del match, provando a strappare il servizio all’avversaria nel quarto game. Si porta rapidamente sul 3-1 e impone il break alla Badosa, chiudendo il primo set in appena 32 minuti col punteggio di 6-1. Segni di ripresa nel secondo set da parte della spagnola che annulla due palle break costruite da Bertens, trovando la parità nel parziale 4-4 e costringendo Kiki a numerosi (e clamorosi) errori tanto nella risposta quanto al servizio. Si arriva al 5-4 in favore di Badosa, che trova due break che a nulla, però, valgono contro i tre della rivale che, al dodicesimo game, da il meglio di sé: sotto 40-0 compie una clamorosa rimonta annullando sette match point e chiudendo l’incontro con il definitivo 7-5

Sarà, dunque, Jil Teichmann – Kiki Bertens la finale dei WTA di Palermo (la quarta per la testa di serie olandese, seconda per la Teichmann). Una finale, però, dall’esito non così scontato e che, in caso di vittoria, consentirebbe alla svizzera la scalata personale nella classifica del ranking mondiale.

Salgono, invece, sul podio Cornelia Lister e Renata Voracova che vincono la finale di doppio battendo la coppia Araxanta Rus/Ekaterina Gorgodze in due set con il risultato di 7-6 6-2

 

vedi

Samsonova in semifinale

 

 

Lascia un commento