Se l’equivoco corre sul filo

ph Quino Al on Unsplash

Da oggi fino al 16 gennaio – in prima nazionale – al Teatro Biondo diretto da Pamela Villoresi La concessione del telefono, adattamento teatrale dell’opera di Andrea Camilleri, romanzo edito da Sellerio (che deve la sua fortuna al legame con lo scrittore ndr).

Una commedia degli equivoci dai risvolti surreali, ambientata sul finire dell’Ottocento a Vigàta, il paese immaginario in cui lo scrittore agrigentino ha ambientato tutti i suoi romanzi, fino alle avventure del commissario Montalbano. La semplice richiesta di attivazione di una linea telefonica, avanzata dal signor Genuardi, innesca una catena di equivoci e imbrogli che diventa metafora di una condizione esistenziale“.

Testo teatrale di Andrea Camilleri – Giuseppe Dipasquale regia Giuseppe Dipasquale.

Alessio Vassallo è Filippo Genuardi (Pippo), Mimmo Mignemi Calogero Longhitano (Don Lollò), Carlotta Proietti Gaetanina Schillirò (Taninè), Paolo La Bruna Emanuele Schillirò (Don Nenè), Cocò Gulotta Arrigo Monterchi, Ginevra Pisani Calogera Lo Re (Lillina), Cesare Biondolillo Corrado Parrinello, Alfonso Postiglione Vittorio Marascianno, Alessandro Romano Ignazio Caltabiano, Agostino Pulitanò, Giacomo La Ferlita, Franz Cantalupo Gesualdo Lanza (Turò), Rinaldo Rusotto, Don Cosimo Pirrotta, Dottor Zingarella, Filippo Mancuso, Giacomo Giliberto, Mariano Giacalone, Alessandro Pennacchio Paolantonio Licalzi, Gegè.

La voce registrata di Sasà La Ferlita è di Sebastiano Tringali, scene Antonio Fiorentino, costumi Dora Argento, musiche Germano Mazzocchetti, direttore di scena Sergio Beghi, aiuto regia Angelo Grasso, assistente volontaria alla regia Giorgia Conigliaro, coordinatore dei servizi tecnici Giuseppe Baiamonte, primo macchinista Mario Ignoff, macchinista Francesco La Manna, elettricista Mario Schillaci, capo reparto fonica Giuseppe Alterno, capo sarta Erina Agnello, sarta Caterina Ingrassia, amministratore di compagnia Andrea Sofia.

La produzione è del Teatro Biondo Palermo che ringrazia il Fondo Andrea Camilleri per la concessione del documento originale da cui ha origine la storia. (Redazione)

vedi

Al via la stagione estiva del Teatro Biondo diretto da Pamela Villoresi