Sboccia in primavera lo Stand Florio

lo Stand Florio

È sbocciato, come un frangipane sotto il timido sole della primavera palermitana dopo un lungo inverno, lo Stand Florio, la “Tavernetta del Tiro”, il circolo realizzato nel 1905 e frequentato da nobili e alto borghesi negli anni ruggenti della Belle Èpoque che, dopo anni di incuria e abbandono, torna a splendere nella nuova veste di “contemporary hub”. Dopo i lunghi lavori di restauro, l’edificio liberty progettato da Ernesto Basile su commissione di Vincenzo Florio Jr, è ora uno spazio dedicato agli eventi, mostre, esposizioni e degustazioni.

la celebre Tavernetta del Tiro vista da via Messina Marine

Al suo interno il grande giardino dedicato a Donna Franca, dove dedicarsi ad un attimo di relax; il Café Targa; la Terrazza Marsala, incantevole affaccio sul giardino Donna Franca di circa 80 mq; e l’arena Basile, un’area di circa 400 mq avvolta nel verde che fa anche da teatro all’aperto con 300 posti a sedere. Un piccolo angolo di paradiso nel cuore del quartiere Romagnolo, affacciato sulla costa dove vivere diversi tipi di esperienze.

lo stand Florio durante la ristrutturazione

Lo riqualificazione dello Stand Florio, rientrava nel progetto Valore Paese-FARI, il bando dell’Agenzia del Demanio e Difesa Servizi spa per recuperare e valorizzare le strutture costiere italiane in partnership con i privati. Il sito è stato inserito nel progetto “Valore Paese – Fari”, è stato oggetto del bando 2016 che è stato aggiudicato dalla Servizi Italia s.r.l., che si è proposta di gestire il bene per un periodo di 50 anni, offrendo un canone di 14.400 euro annui. La gestione è stata affidata a Unipersonale s.r.l., concessionaria del bene. (Carmela Corso)

 

 

vedi anche

Quasi pronto lo Stand Florio

A Romagnolo un caffè letterario

 

 

 

Lascia un commento