Rosa in crisi

ph Arseny Togulev on Unsplash

Una vera Caporetto quella subita ieri dal Palermo sul campo della Cremonese. Il 2-0 per i lombardi stavolta non lascia adito a scusanti, con la formazione rosanero completamente fuori fase, apatica, senza schemi e senza voglia.

Una partita estremamente brutta al di là del risultato, spezzettata da continue interruzioni per via di falli e anche qualche infortunio tra i quali spicca quello di Moreo, sostituito già al 33° del primo tempo. Le reti sono arrivate al 48° del primo tempo, in pieno recupero, da un calcio d’angolo su cui Arini insacca di testa, e al  70° con una bella conclusione al volo di Migliore.
In mixed zone arrivano le parole di Rispoli, capitano dei rosanero, che invitano a rimanere compatti: “In tutte le stagioni ci sono periodi belli e periodi meno belli. Bisogna fare tesoro degli errori e rimboccarsi subito le maniche perché il campionato è ancora lungo e ci aspettano tante partite: bisogna essere più uniti che mai.”
Anche Stellone ribadisce il concetto, evidenziando anche le assenze nella rosa: “Noi eravamo in emergenza, però faccio i complimenti alla Cremonese che ha giocato un’ottima partita. Noi non dobbiamo fare drammi.”
Ma è proprio sull’allenatore che iniziano ad emergere strani scricchiolii, con Foschi che starebbe già contattando Delio Rossi o, in seconda battuta Mihajlovic, ma solo dopo averne discusso con l’AD Facile. Una decisione abbastanza cervellotica, dal momento che le due sconfitte sono, sia pur parzialmente, figlie della sequenza di infortuni che ha falcidiato la rosa del Palermo. Senza dimenticare la lunga striscia positiva portata da Stellone. Una scelta che sembra quasi figlia della vecchia dirigenza, come anche il silenzio assordante in questa sessione di mercato. E’ evidente che non ci sia affatto chiarezza e unità di intenti all’interno della società, e questa grave situazione sta forse palesandosi anche a livello sportivo.
I rosanero adesso aspettano la partita di oggi alle 18 tra Brescia e Spezia per sapere se manterranno la testa o se capitoleranno in favore dei bresciani. Il prossimo impegno sarà il posticipo di lunedì 4, quando sul campo del Barbera arriverà il Foggia. Nel frattempo la settimana si preannuncia parecchio tesa. (Alessandro Ferrante)

Lascia un commento