Roberto Abbado ha diretto al Teatro Massimo

Roberto Abbado e Genia Kühmeier – foto © rosellina garbo 2019

L’Orchestra del Teatro Massimo diretta da Roberto Abbado ha eseguito, domenica sera, l’Ouverture Rosamunde D 644 di Franz Schubert. A seguire il Concerto per fagotto e orchestra K 191 in Si bemolle maggiore di Wolfgang Amadeus Mozart. Solista al fagotto il palermitano Riccardo Terzo, che, al termine dell’applauditissima esecuzione, ha concesso un bis rossiniano insieme con il padre Aldo Terzo, primo fagotto dell’Orchestra del Teatro Massimo.

foto © rosellina garbo 2019

In conclusione del concerto la Quarta Sinfonia di Gustav Mahler ha visto protagonista il soprano Genia Kühmeier, intensa interprete dell’ultimo movimento, Das himmlische Leben. Roberto Abbado è tornato nel tempio palermitano della lirica dopo il grande successo del Requiem di Verdi nel 2015.  Insignito del prestigioso “Premio Abbiati”, direttore musicale del Palau de les Arts Reina Sofía di Valencia e del Festival Verdi di Parma, direttore musicale della Münchner Rundfunkorchester dal 1991 al 1998, ha diretto le orchestre internazionali più prestigiose e numerose prime mondiali. Riccardo Terzo, nato a Palermo, si è diplomato con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale al Conservatorio di Livorno e nel 2012 consegue il master al Mozarteum di Salisburgo. Ha suonato come primo fagotto nell’Europen Youth Orchestra e con l’Orchestra Cherubini diretta da Riccardo Muti. A soli 20 anni ha vinto il concorso di primo fagotto presso l’Orchestra del Mozarteum di Salisburgo e dal 2017 è primo fagotto alla Gewandhausorchester di Lipsia. (Redazione)

Lascia un commento