Rinascerà il faro di Capo Gallo

il faro di Capo Gallo

Sarà costruito un centro di accoglienza e di educazione ambientale presso il Faro di Capo Gallo. Sul promontorio del Golfo di Palermo e a chiusura del Golfo di Mondello. L’Agenzia del Demanio ha concesso gratuitamente per diciannove anni i locali al Comune di Palermo con un atto di concessione firmato martedi scorso. Diverse le iniziative previste insieme con il riuso della struttura. Tra queste vi sono percorsi didattici ed iniziative legate alla gestione dell’Area Marina Protetta e al consolidamento del costone roccioso attualmente instabile, per rendere l’area raggiungibile e fruibile. E’ prevista, infatti, la creazione di un osservatorio marino.  Il Faro, attivato nel 1854, sotto il Regno di Ferdinando II, durante gli anni ha subito diverse modifiche da parte del Genio Civile.  I locali, che un tempo erano gli alloggi dei guardiani del faro, tornano ad essere fruibili per una causa specifica, dopo anni di abbandono. Alla sommità esterna del Faro vi è una lanterna automatica, dismessa dal 1977. (Gabriele Giovanni Vernengo)

Lascia un commento