Rifiuti: l’ assessore Cordaro striglia il Comune

Mondello

(Carmela Corso) Pugno duro della Regione sulla gestione rifiuti che coinvolge, oltre ai centri abitati, anche una buona fetta della costa isolana. Il caldo degli ultimi giorni e l’aumento dei bagnanti che si sono riversati sulle spiagge stanno spingendo al tracollo una situazione già compromessa e che rischia di aggravarsi ulteriormente nel corso delle prossime settimane. Così, l’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro, a seguito dell’ordinanza sindacale n.133 dello scorso 18 giugno – che ha dato il via alla raccolta differenziata domiciliare per lidi balneari, circoli, strutture ricettive, bar e ristoranti dei litorali di Mondello e Sferracavallo – e  forte della normativa del 2006, ha firmato una circolare in cui ribadisce la responsabilità delle amministrazioni comunali nelle procedure di controllo sulla rimozione dei rifiuti abbandonati sul demanio marittimo.

Nello specifico la nota riporta come “I concessionari sono tenuti a garantire la pulizia degli spazi utilizzati e quelli limitrofi non oggetto di altre concessioni per una lunghezza pari al fronte mare demaniale marittimo ricevuto in concessione, da entrambi i lati e per tutta la profondità demaniale interessata. In caso di area interposta fra due concessionari gravati entrambi dall’obbligo di pulizia, ciascun concessionario garantisce la pulizia dell’area adiacente alla propria concessione per una quota-parte che rappresenta il 50 per cento del totale dell’area interposta”.

L’assessore Cordaro puntualizza, inoltre, come sia compito dei sindaci operare i controlli e far rispettare la normativa occupandosi direttamente della rimozione dei rifiuti addebitando un’ammenda ai concessionari inadempienti.

Lascia un commento