Renzino Barbera siciliano modello

Presentato in conferenza stampa il premio Renzino Barbera

Una Fondazione dedicata al poeta, umorista e cabarettista Renzino Barbera valorizzerà le eccellenze siciliane. Un premio a chi si è distinto nella promozione della sua terra. La prima edizione de “La Sicilia del fare per la cultura” sarà assegnata a Pif, Pierfrancesco Diliberto, palermitano doc, autore e conduttore televisivo e radiofonico, regista e attore.

“Il premio sarà un paladino siciliano, simbolo di difesa del nostro patrimonio culturale – dice Manfredi Barbera, figlio di Renzino e vice presidente della Fondazione – e Pif rappresenta in pieno quei valori che vogliamo esaltare. Per questo motivo siamo felici che abbia accettato questo riconoscimento con entusiasmo”.

Lo spettacolo è il primo evento ideato dalla “Fondazione Renzino Barbera”, fortemente voluto dalla moglie Greta e dal figlio Manfredi, che ha l’obiettivo di onorare il talento siciliano premiando una volta l’anno i personaggi che hanno comunicato l’amore per la propria terra, in tutti i campi della cultura, siano essi intellettuali, sportivi, cuochi, gastronomi, artisti, giornalisti, politici o imprenditori.

“Non può esistere libertà senza la cultura e non può esistere cultura senza la materializzazione del pensiero – ha continuato Manfredi Barbera, custode del patrimonio della memoria collettiva del papà -. Del resto coltura o cultura coincidono con la semina ed il lavoro per arrivare al raccolto. Tutto dunque torna e per questo motivo diciamo che il lavoro rende l’uomo libero”.

La manifestazione si svolgerà il prossimo 6 ottobre, alle 21,30 al Teatro Politeama, con l’omaggio a cui parteciperanno numerosi artisti che proporranno le loro esibizioni ispirate alla vita e alla produzione culturale di Renzino Barbera, artista palermitano ma taorminese d’adozione. (Redazione)

Lascia un commento