Rapporto uomo-animale-ambiente in primo piano

un randagio in giro per la città

Stamattina si è svolta la conferenza stampa sul piano d’intervento per la prevenzione del randagismo e per le adozioni progettato dal Comune con la Lega Anti Vivisezione. Il progetto si basa su un modello di cooperazione che prevede, in primis, delle attività formative per 101 agenti di Polizia Municipale. Sempre nella giornata di oggi si è svolto il primo giorno di corso, su base volontaria, per approfondire le competenze cinofile. L’attività didattica è stata programmata a seguito dell’accordo dell’amministrazione comunale con Lav, allo scopo di avviare a soluzione  le problematiche relative alla coabitazione tra uomo e animale nel territorio della città. Saranno utilizzati i nuovi strumenti di recupero comportamentale del cane, in modo da favorirne l’ adozione, ma molto lavoro c’è da fare anche sull’ ambiente.

Il corso prevede una parte teorica, relativa  all’acquisizione di conoscenze riguardanti la normativa vigente e le linee guida sull’operatività e, successivamente, la didattica sul campo, durante la quale gli agenti apprenderanno le procedure di intervento.

Sergio Marino

Sull’argomento il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore competente Sergio Marino hanno dichiarato: “Grazie alla collaborazione e allo stimolo della Lav, si è avviato un percorso virtuoso che permetterà agli animali di trovare adeguata accoglienza, ma che, più in generale, permetterà una migliore e più qualificata azione dell’ amministrazione comunale rispetto al tema del randagismo e della cura degli animali. E’ un esempio di come la collaborazione fra pubblico e privato sociale improntata alla fiducia, al rispetto delle reciproche competenze e professionalità e al perseguimento di obiettivi comuni porti certamente buoni frutti”. (Redazione)

Lascia un commento