Questione-lavoro infiamma il Sud

ph Victor Martin on Unsplash

La contrattazione di secondo livello è, da più parti, considerata uno strumento importante, consentendo di derogare al contratto collettivo e tutelare i piccoli, si pensi a vigilanza e pulizieri per es. Rientra tre le complesse tematiche legate al lavoro che, adesso, tornano ad infiammare il Mezzogiorno. Con la (inevitabile) consunzione del Rdc i nodi vengono al pettine.

Molti sono consapevoli delle difficoltà legate ai costi che gli imprenditori incontrano quando assumono nuovo personale e il ruolo delle associazioni datoriali diventa centrale. La congiuntura economica e la fine del reddito di cittadinanza, la cui funzione è stata snaturata rendendolo un semplice strumento di sussistenza, conducono a una resa dei conti, per così dire. E rischiano di rendere il clima incandescente, soprattutto nel Mezzogiorno.

Giovanni Vindigni, in passato direttore della commissione per l’impiego a Ragusa e Palermo

A questo si aggiunge la sempiterna diversità di vedute intorno a questi temi. L’acceso dibattito sul salario minimo è solo l’ultimo e, forse, neanche troppo rappresentativo, capitolo di una serie interminabile di dibattiti, vertici e assemblee. Ma, forse, per ricordare cosa sia veramente in ballo, parlano i tanti accademici vittime del terrorismo di cui è costellata la storia della Repubblica. (Sergio Scialabba)

vedi

Assumere per ricostruire capitale sociale

Lascia un commento