“Portare avanti l’eredità che ci lascia Santa Rosalia”

Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo

(Redazione) Oggi 13 luglio si sono tenuti – nel corso della mattinata – l’atto di affidamento di Palermo a Santa Rosalia da parte dell’Arcivescovo di Palermo e il tradizionale omaggio floreale – da parte dei Vigili del Fuoco – alla statua della Santuzza posta sulla facciata del Palazzo Pretorio.

“Pur rispettando le misure per il contrasto della diffusione del covid-19 – ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlandoabbiamo deciso di non rinunciare a celebrare al meglio il legame fra Palermo e la ‘Santuzza’.

Il Festino di quest’anno (2020 ndr) conferma nei valori e innova nella rappresentazione la devozione per la patrona della città e la fede dei palermitani e, come non è mai successo in passato, sarà diffuso in tutto il mondo.

Quest’anno preghiera, memoria e arte non solo si fondono indissolubilmente ma insieme contrastano e prevengono la peste, gli egoismi individualistici e le soffocanti appartenenze“.

“In questo tempo di pandemia – ha dichiarato l’arcivescovo di Palermo, monsignor Corrado Lorefice – c‘è stata una grande gara di solidarietà, la conferma che non prevalgono l’individualismo, la paura, il fare da soli, perché solo insieme possiamo portare avanti l’eredità che ci lascia Santa Rosalia, una donna che resta legata alla sua città e intercede per la sua città”. 

 

vedi

Rosalia nel 2020 si festeggia col cuore

 

 

Lascia un commento