Picco Pacchi alle Poste Italiane

ph Adrian Sulyok on Unsplash

Crescono ancora quest’anno i volumi delle consegne effettuate da Poste Italiane durante il cosiddetto picco pacchi, il tradizionale periodo che precede il Natale, caratterizzato dall’aumento dei volumi di posta.

In particolare in provincia di Palermo, dopo gli importanti incrementi nei flussi di consegne partiti con l’avvio del periodo di Black Friday e che hanno generato un 10 per cento in più rispetto allo stesso periodo del 2022, in queste 2 ultime settimane si registra un ulteriore aumento.

Con le festività alle porte, le consegne e-commerce raggiungono infatti il + 30 per cento, confermando il picco di lavorazioni in occasione dell’attuale periodo natalizio.

L’efficienza della rete di distribuzione di Poste Italiane nel Palermitano può contare su un modello di recapito innovativo composto da 12 Centri di Distribuzione e una flotta di 478 mezzi, di cui più della metà green.

In provincia il personale è stato potenziato grazie a oltre 50 nuovi inserimenti previsti dal piano assunzioni aziendale, che ha generato il rafforzamento della rete dei portalettere per le consegne in tutta la regione.

Poste Italiane dal 1862 consegna lettere alle famiglie e alle imprese italiane, ma negli ultimi anni è la consegna dei pacchi ad avere un ruolo determinante nel business con numeri importanti.

Infatti, i ricavi da corrispondenza, pacchi e distribuzione del terzo trimestre del 2023 sono aumentati dell’1,9 per cento su base annua a € 860 milioni, 2,8 miliardi di euro nei primi 9 mesi del 2023, in crescita del 4,0 per cento rispetto allo stesso periodo del 2022.

Tutti i segmenti hanno contribuito alla crescita dei ricavi della divisione grazie alla revisione delle tariffe postali e a un business mix favorevole, nonché alla crescita dei volumi dei pacchi. Alla luce di questi ottimi risultati, ci aspettiamo che il risultato operativo (Ebit) per l’intero anno 2023 di ‘Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione’ sia superiore alla nostra guidance e a break -even”, ha commentato l’amministratore delegato Matteo Del Fante presentando i risultati conseguiti dalla società nei primi nove mesi dell’anno.

Poste Italiane, inoltre, è stata premiata per il valore sociale ed ambientale del programma di rinnovo della flotta e per la capacità dell’Azienda di considerare la sostenibilità come parte integrante del processo di pianificazione degli investimenti.

Con l’obiettivo di abbattere le emissioni di Co2, Poste Italiane ha pianificato la sostituzione entro il 2024 dell’intero parco veicoli con l’introduzione di 27.800 modelli a ridotto impatto ambientale. A fine settembre la flotta risulta essere costituita da circa 25.200 mezzi a basse emissioni di cui circa 5.300 elettrici. (Redazione)

vedi

La cura Del Fante fa bene a Poste

Postaonline diventa green

Luci nuove alle Poste