Piace sempre la pizza napoletana

ph Inna Gurina on Unsplash

Nell’attuale panorama gastronomico in continua evoluzione, il cibo a domicilio non fa eccezione e attraversa costanti cambiamenti, in Italia come nel mondo.

In un’epoca in cui la comodità e la sostenibilità si intrecciano con la voglia di esplorare nuovi sapori e sensazioni Just Eat, parte di Just Eat Takeaway.com, tra i leader mondiali nel mercato del digital food delivery, presenta la settima edizione della Mappa del cibo a domicilio in Italia.

L’ultima edizione non si limita a delineare una panoramica delle tendenze del food delivery, ma offre un’immersione completa nella cucina e nelle preferenze degli italiani, gettando luce su come stiano cambiando le abitudini alimentari nel Belpaese.

Nella nuova edizione dell’Osservatorio annuale di Just Eat, emerge un’analisi dettagliata degli appassionati del food delivery in Italia, esplorando le ragioni alla base delle loro scelte alimentari, ma anche come le abitudini di consumo stiano cambiando nelle città italiane, evidenziando conferme di trend esistenti e l’emergere di nuovi comportamenti.

Il food delivery fa, ormai, parte della nostra vita quotidiana e i dati forniti da Just Eat riflettono non solo l’amore degli italiani per la buona cucina ma, anche, la crescente tendenza a integrare il food delivery nelle diverse sfaccettature della vita quotidiana, trasformando ogni occasione in un’opportunità per apprezzare la varietà culinaria comodamente a casa propria.

C’è chi preferisce gustare il cibo mentre si guarda la propria serie o film preferiti (29 per cento), in connubio perfetto dopo una giornata frenetica o chi opta per il food delivery in piacevole compagnia di amici e famiglia (22 per cento), trasformando il pasto in un momento conviviale e condiviso.

Ma non solo, il ritorno a casa dopo una giornata di lavoro (16 per cento) diventa l’occasione ideale per concedersi una deliziosa cena consegnata comodamente a casa, perfetto anche durante la visione di eventi sportivi o giocando ai videogiochi (11 per cento).

Ma cosa ordinano i palermitani?

Secondo la settima edizione della Mappa del cibo a domicilio, tra le cucine più ordinate, sul primo gradino del podio emerge la pizza, segue l’Hamburger che offre una combinazione di sapori succulenti e creatività gastronomica.

Ma anche il pollo, con la sua versatilità culinaria, ha guadagnato un posto d’onore nelle preferenze alimentari della città, diventando una scelta sempre più popolare per coloro che cercano opzioni gustose e nutrienti.

Infine, il gelato, un classico intramontabile, continua a mantenere il suo fascino, offrendo un sollievo dolce durante le calde giornate palermitane.

Anche all’ombra di Monte Pellegrino la pizza napoletana riscuote successo tra i clienti di Just Eat rappresentando un viaggio diretto nelle tradizioni culinarie italiane

Nella capitale della Sicilia la scelta dei piatti riflette uno stile di vita culinario che abbraccia l’autenticità e la varietà dei sapori: la pizza margherita e la pizza romana si affermano come icone della vita gastronomica palermitana, con la sua crosta sottile e l’esplosione di sapori mediterranei.

La pizza diavola, con il suo tocco piccante e l’aroma avvolgente, rappresenta una scelta audace e la parmigiana, invece, con strati succulenti di melanzane, mozzarella e pomodoro, incarna il comfort food in un connubio irresistibile.

Ma quali sono le cucine più in crescita in città?

All’ombra di monte Pellegrino si verifica l’esplosione di popolarità di cucine come il poke, caratterizzato da leggerezza e gusto, ma anche la pizza napoletana, che rappresenta un viaggio diretto nelle tradizioni culinarie italiane.

Tuttavia, è la sezione dolci che sta veramente rubando la scena: la pasticceria a Palermo è in piena ascesa, con i dolci locali affermandosi come veri e propri capolavori zuccherati.

La scelta tra dolce e salato ha sempre messo in difficoltà qualsiasi italiano. A Palermo, però, la scena gastronomica sta abbracciando una sinergia tra dolce e salato, offrendo ai palati una varietà di sapori unici.

Tra i piatti in rapida crescita sulla piattaforma si trova il kebab che. con la sua combinazione di carne saporita, verdure croccanti e salse avvolgenti, rappresenta un trionfo di sapori che catturano l’attenzione dei palermitani.

Accanto a questa tendenza, la brioche, classico siciliano e solitamente associata al dolce, che ultimamente sta emergendo come un accompagnamento versatile per una vasta gamma di sapori salati. La sua consistenza soffice e leggera si presta perfettamente ad essere farcita con ingredienti salati, creando una combinazione deliziosa di dolce e salato che conquista il palato di tutti.

Infine, il pollo intero offre un equilibrio armonioso tra il salato della cottura e l’eventuale tocco dolce dato dalle marinature.

La tradizione non mente: il salato domina le preferenze dei palermitani. Nella top 3 dei piatti più amati, la regina indiscussa è l’arancina al burro, seguono i rigatoni alla norma, un classico intramontabile, che porta sulla tavola palermitana la ricchezza dei sapori siciliani grazie alla combinazione di pomodoro, melanzane fritte e ricotta salata e gli anelletti al forno, piatto che incarna l’essenza della cucina casalinga.

Nel cuore di questa città, la tavola diventa un palcoscenico per celebrare la tradizione, e questi piatti amati sono testimonianza di un amore duraturo per i sapori autentici. Palermo è una città gastronomicamente vivace e moderna e lo dimostra anche il fatto che è la città italiana con il più alto tasso di pre-ordini. Questa tendenza riflette il cambiamento nei comportamenti dei consumatori, con sempre più persone che abbracciano la comodità e l’efficienza dei servizi di food delivery. (Redazione)

vedi

Pizza amata secondo Just Eat