Perplessità sulle chiusure

il Forum Palermo

La proposta di chiudere i negozi nei giorni festivi che, negli anni, è stata più volte evocata e che, adesso, è stata formalmente dichiarata, suscita non poche perplessità. Sono soprattutto i centri commerciali per la loro particolare modalità organizzativa ad essere toccati da questa ipotesi di regolamentazione. Le cattedrali dello shopping, infatti, tendenzialmente sono aperte tutti i giorni dell’ anno salvo due o tre festività nelle quali proprio non si può fare a meno di chiudere. Nella capitale della Sicilia il Forum Palermo, il Conca d’ Oro e il centro La Torre sono i più importanti del versante occidentale dell’ isola e, tra i diversi esempi di successo, il Forum, negli ultimi anni, è diventato punto di riferimento per l’ intero Mezzogiorno d’ Italia. Essi tendono ormai a diversificare l’ offerta puntando sulla shopping experience che coniuga la vendita a manifestazioni ludiche, sportive o culturali. Anche in questa chiave sono previsti ingenti investimenti da qui al 2020 cui concorrono anche gruppi esteri di rilievo che rischiano di essere scoraggiati da qualche provvedimento legislativo sfavorevole.

lo zoo di animali finti allestito al Conca d’ Oro

Una regolamentazione delle chiusure avrebbe pesanti conseguenze anche nel settore della  ristorazione nei centri commerciali. E’ già stata paventata una perdita certa di posti di lavoro. La flessione degli incassi dovuta alle chiusure provocherebbe un balzo ulteriore della vendita online. Un fenomeno di vasi comunicanti. L’ ecommerce suscita dubbi sotto molti altri profili, a cominciare da quelli legati alla concorrenza e al fisco fino alle problematiche connesse alla logistica e all’ inquinamento. (Sergio Scialabba)

Lascia un commento