Per l’ hotspot due no: uno tecnico e uno politico

L’ hotspot allo Zen non si farà: la bocciatura della Regione si aggiunge a quella del Comune

(Redazione) Bocciato l’ hotspot allo Zen. Lo ha deciso la Regione, o meglio, il consiglio regionale dell’Urbanistica. L’ organismo presieduto dall’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente Toto Cordaro ha analizzato la documentazione tecnica pervenuta dalla prefettura. E’ stato espresso parere negativo poiché la proposta progettuale consiste soltanto in uno studio di prefattibilità già di per sé non adeguata, che non è stata accompagnata, né poteva esserlo, dai necessari pareri di compatibilità geomorfologica, di competenza dell’ufficio del Genio Civile ed era altresì carente dei pareri di competenza della Soprintendenza sotto l’aspetto paesaggistico, ma ancor di più vincolistico”. La nota prosegue: “A ciò si aggiunga che il negativo pronunciamento del consiglio comunale di Palermo rappresenta un ostacolo insormontabile in ragione del fatto che l’amministrazione è proprietaria dell’area e rimane l’unica autorità competente in materia di pianificazione territoriale. Va rilevato, inoltre, sotto l’aspetto urbanistico più generale, che il sito ha una viabilità non adeguata, che conduce ad un’area a parcheggio di pertinenza del velodromo di Palermo”. La bocciatura di carattere tecnico si aggiunge a quella a suo tempo decretata dal sindaco Leoluca Orlando che attraverso un comunicato ha ribadito “come chiaramente espresso dal Consiglio comunale all’unanimità, la città di Palermo e tutta la sua comunità sono contrari a creare centri nei quali è violata la dignità degli esseri umani e la cui liceità, sotto il profilo del diritto, è ancora tutta da dimostrare. Palermo si conferma una città che crede nei valori dell’accoglienza, della solidarietà e dell’incontro fra popoli e culture, mettendoli in pratica nel quotidiano. Per questo il nostro no all’hot-spot non è e non sarà mai soltanto una scelta tecnica, quanto, piuttosto, una scelta di principio e di valori”.

 

Lascia un commento