Parma da simbolo a vittima del coronavirus

immagine tratta da You Tube

Pure la Capitale Italiana della cultura 2020 è interessata alle misure urgenti di contenimento del contagio da coronavirus previste dal decreto legge varato nella notte dal governo della Repubblica. Oltre che nella regione Lombardia (per intero) anche nelle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia “evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori di cui al presente articolo (articolo 1), nonchè all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità, ovvero spostamenti per motivi di salute” e inoltre “sono sospese tutte le manifestazioni organizzate, nonchè gli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico quali, a titolo d’esempio, grandi eventi, cinema teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati e, nei predetti luoghi, è sospesa ogni attività” (Redazione)

 

vedi anche

 

L’aeroporto “Vincenzo Florio” alla Bit di Milano

Parma capitale della cultura 2020 al via con Sergio Mattarella

Si inaugura con le parole della cultura

Rinviata la gara col Parma

 

 

 

Lascia un commento