Pareggio buono

foto di Peter Glaser su Unsplash

Il Palermo ritorna da Venezia con un pareggio. Un buon risultato in prospettiva, dal momento che, per passare il turno, avrà a disposizione due risultati su tre. Non manca, però, il rammarico per alcune occasioni non concretizzate.

Stellone sceglie di nuovo la difesa a quattro ma, a sorpresa, tiene fuori Nestorovski e Coronado, preferendo il tandem d’attacco MoreoLa Gumina, Trajkovski trequartista e Fiordilino a centrocampo insieme a Jajalo e a Murawski.

Il primo tempo scorre via senza sussulti, con le squadre molto ordinate e corte, quasi che il pareggio andasse bene a entrambe. L’unica azione degna di nota è una splendida punizione dai 30 metri di Trajkovski che viene messa in angolo da un prodigioso tuffo del portiere dei lagunari Audero.

Nel secondo tempo il Palermo inizia con più convinzione, e al minuto 53 La Gumina con un destro a giro segna una splendida rete frutto di una bella azione corale. La strada sembra in discesa per i rosanero, ma il Venezia gela l’entusiasmo dei tifosi del Palermo quando 5 minuti dopo pareggia con la rete di Marsura, imbeccato da uno splendido colpo di tacco di Litteri. Inizia la giostra delle sostituzioni e Stellone sceglie di far entrare Gnahorè al posto di Fiordilino (bravo nel lavoro difensivo) e Coronado al posto di Moreo. Proprio Coronado in chiusura di partita si divorerà la rete del possibile vantaggio: approfittando di un controllo infelice di Modolo il brasiliano si invola da solo verso la porta del Venezia. A tu per tu con Audero, però, l’attaccante rosanero si lascia ipnotizzare e spara il pallone tra le braccia del portiere veneto.

Il risultato finale è tutto sommato corretto per quello che si è visto in campo. La mossa di Stellone di tenere in panchina Nestorovski e Coronado si è rivelata audace ma funzionale, dal momento che i rosanero sono riusciti ad imbrigliare una squadra in un buon momento di forma come il Venezia senza grossi patemi.

La partita di ritorno, domenica 10 alle 18.30, può dunque essere preparata con serenità. La società ha scelto di mantenere le tariffe stracciate adottate durante la seconda metà della stagione e dunque si può sperare che il Barbera offra un buon colpo d’occhio in previsione di una delle gare più importanti della stagione. (Alessandro Ferrante)

Lascia un commento