Parchi Agos Green&Smart moltiplica gli eventi fino a Catania

ph Benjamin Hanimann on Unsplash

Società leader nel credito al consumo Agos – partecipata per il 61 per cento dal Gruppo Crédit Agricole attraverso Crédit Agricole Consumer Finance e per il 39 per cento da Banco Bpm – amplia il progetto Parchi Agos Green&Smart, l’iniziativa green di riqualificazione del verde pubblico delle città.

Si passa da un programma di eventi annuali ad un piano di appuntamenti settimanali gratuiti (sono ora previsti 108 appuntamenti settimanali tra aprile e ottobre, con il coinvolgimento di 27 associazioni secondo un calendario personalizzato per ogni città) a beneficio della collettività.

L’iniziativa, inaugurata 3 anni fa, si inserisce nella strategia di sostenibilità di Agos, e pone al centro la creazione di valore condiviso, fornendo un modello innovativo rispondente ai bisogni dei territori in cui la società opera: tra questi, l’esigenza di avere maggiori spazi verdi urbani

(gli italiani richiedono una gestione sempre più efficiente degli spazi urbani, Indagine Gfk per Sodalitas – Cresco – 2018. Ciò è confermato dalla seconda edizione di Agos Insights, l’osservatorio sui consumi sostenibili condotto annualmente da Eumetra per Agos: la cura e la sicurezza del territorio: 37 per cento, la presenza di spazi verdi urbani a disposizione delle persone: 18 per cento, la presenza di servizi per la collettività e la presenza di strutture sportive: 9 per cento),

assieme alla richiesta di servizi e nuove strutture sportive per la collettività.

I Parchi Agos, realizzati con la collaborazione di Brand For The City e Fondazione Sport City,

(le associazioni del terzo settore si occupano di organizzare tutte le attività nelle giornate di inaugurazione e animazione. Fino ad oggi sono state 100 le organizzazioni e gli enti del terzo settore coinvolti a livello locale: 7 nel 2021, 27 nel 2022 e 76 nel 2023)

prevedono 4 declinazioni: Green, diffusione del verde in città e educazione alla sua cura; Smart, innovazione attraverso la tecnologia e il digitale; Sport, diffusione della pratica sportiva come fattore di salute, benessere e socialità; Art, impiego dell’arte per il recupero di spazi e manufatti degenerati o inutilizzati.

Il progetto, esempio tangibile di sinergia tra pubblico – privato già attivo nelle città di Milano, Catania, Lucca, Roma, Lecce e Padova, ha l’obiettivo di espandersi ulteriormente, a partire dell’inaugurazione di un nuovo parco a Torino.

Numerose le attività (Tante le attività tra cui quelle sportive come volley, pingpong, yoga, basket, calisthenichs, atletica, pattinaggio e skate, attività outdoor come rafting e passeggiate a cavallo, laboratori green o artistici con la lettura e gli spettacoli teatrali) offerte ai cittadini, cui è possibile iscriversi gratuitamente dal sito.

Con i Parchi Agos Green&Smart abbiamo raccolto una sfida ambiziosa rivelatasi vincente. Il progetto è rappresentativo sia di valori che fanno parte del Dna di Agos, come il declinare in modo concreto gli impegni di sostenibilità e di vicinanza al territorio in cui operiamo, nonché di una collaborazione sinergica tra le aziende e il terzo settore

– afferma François Edouard Drion, dal primo gennaio 2022 amministratore delegato e direttore Generale di Agos vedi François Edouard Drion succede a Dominique Pasquier in Agos.

Attraverso l’iniziativa andiamo ad identificare zone urbane da riqualificare nella dimensione ‘Green’, arricchendole con tre ulteriori dimensioni distintive: ‘Smart’, ‘Sport’ ed ‘Art’. Il nostro intervento va oltre l’inaugurazione e la riconsegna ai cittadini dello spazio verde rigenerato, desideriamo che i nostri Parchi continuino ad essere un luogo di incontro e di socialità.

Per questo, a tre anni dalla nascita, il progetto Parchi Agos Green&Smart accresce la nostra vicinanza passando da un programma di eventi annuali ad un programma di attività settimanali e gratuite a beneficio di tutta la collettività”.

L’on. Mauro Berruto ha dichiarato: “Iniziative come quelle dei Parchi Agos, in una logica di partenariato pubblico – privato, hanno il grande merito di riqualificare il territorio urbano restituendo dignità e vigore al tessuto sociale”.

Fabio Pagliara, presidente Fondazione Sportcity “La Fondazione Sportcity è come sempre entusiasticamente coinvolta nei progetti di riqualificazione di aree verdi, all’interno dei contesti urbani. La filosofia che in questi anni ha spinto Agos ad essere parte attiva, al fianco dei Comuni, nella realizzazione di progetti volti a restituire dignità a parchi all’interno delle città strappandoli al degrado, si sposa perfettamente con la nostra.

La Fondazione ha come obiettivo quello di dare a tutti i cittadini l’opportunità di praticare attività fisica dal centro alle periferie. Come negli anni precedenti, l’arrivo del progetto in un’altra città italiana nel 2024 sarà un’occasione di sportivizzazione e aggregazione all’interno di un contesto urbano popoloso”.

Claudio Bertona, Founder & Ceo Brand for the City: “A tre anni di distanza, siamo più che mai orgogliosi di essere sempre al fianco di Agos, con un progetto che incarna i valori di prossimità, connessione, rigenerazione urbana e sociale che sono nel nostro Dna e per i quali lavoriamo ogni giorno.

Parchi Agos Green&Smart è stato un progetto ambizioso e sfidante fin dall’inizio, che ha continuato a evolversi nel tempo, sempre nel segno dell’ascolto dei territori, della creazione di comunità e di un impatto duraturo.

Alla riattivazione degli spazi il modello si accompagna ad attività sportive, culturali e ambientali dedicate al quartiere, che da quest’anno diventano ricorsive con appuntamenti settimanali all’interno dello spazio pubblico.

Un esempio, anche premiato, che traccia la via per un presente (e un futuro) necessario, fatto di collaborazione tra pubblico, privato, cittadinanza e di connessione tra le persone e il territorio in cui vivono“. (Redazione)

vedi

Vulcania riapre più green con Agos controllata da CA