Conad vuole Gangi più verde

Particolare di Gangi, antico borgo del Palermitano

A Gangi, antico borgo del Palermitano, Conad PAC 2000A partecipa attivamente all’iniziativa Forestiamo insieme l’Italia, attraverso un progetto di tutela ambientale in collaborazione con Rete Clima, ente non profit che promuove azioni di Corporate Social Responsibility (Csr), di sostenibilità e di decarbonizzazione.

L’iniziativa di riforestazione, che avrà luogo nel Parco Urbano dell’antico borgo del Palermitano, mira a favorire lo sviluppo di una copertura arborea omogenea nelle aree che sono ora libere da alberi, contribuendo alla creazione di microclima gradevoli rispetto alle aree assolato, oltre a numerosi benefici offerti alla collettività dalle aree verdi.  Al termine dell’intervento, nell’area verranno messi a dimora 1.000 alberi di varie specie arboree tipicamente mediterranee.

“Essere impresa nella comunità per noi significa promuovere la costruzione di una società attenta ai territori e all’ambiente – dichiara Vittorio Troìa, direttore Area Sicilia di PAC 2000A ConadUn impegno costante portato avanti quotidianamente insieme ai soci, anche attraverso iniziative concrete come questa. Un progetto virtuoso che ha visto la riqualificazione di un’area all’interno del Comune, restituendo alla Comunità spazi verdi di cui godere”.

“Valorizzare il Parco Urbano era uno degli impegni presi da questa amministrazione e questo è il primo passo – dichiara il sindaco di Gangi Giuseppe Ferrarello – in questo progetto di realizzazione di un’area arborea omogenea noi ci siamo impegnati a garantirne il mantenimento degli interventi realizzati e il ripristino in caso di danni imputabili a negligenza, incuria, atti vandalici e mantenere l’area boscata per una durata di almeno 30 anni, oltre a permetterne la fruizione e l’accessibilità pubblica, fornire un punto acqua e mantenere l’area pulita. I miei personali ringraziamenti e quelli dell’amministrazione comunale vanno ad Angelo Merlino per l’idea, a Rete Clima, Conad, alle forze dell’ordine presenti, all’istituto Agrario del Salerno, ai componenti del terzo Ordine Francescano di Sicilia, alla ditta Vazzano e all’architetto Giovanni Vena.”

L’iniziativa Forestiamo insieme l’Italia è parte della campagna Foresta Italia e prevede entro il 2023 la piantagione di 20mila alberi su tutto il territorio nazionale – 1000 in ciascuna regione

“L’intervento di oggi rappresenta un’occasione importante di sinergia tra aziende, enti tecnici, P.A. e territorio: l’occasione per fare ‘ciò che serve là dove serve’, un claim che rappresenta perfettamente il senso ultimo della Campagna Foresta Italia di Rete Clima, in cui si inserisce l’importante Campagna del 60esimo di Conad Forestiamo insieme l’Italia.

Per noi è motivo di orgoglio aver accompagnato Conad in questa attività, che rappresenta un altro importante passo di quel ‘giro d’Italia forestale’ che ci sta vedendo lavorare da un anno a stretto contatto con le Cooperative di Conad su tutto il territorio nazionale” sottolinea Paolo Viganò, Fondatore e Carbon Manager di Rete Clima.

L’iniziativa Forestiamo insieme l’Italia è parte della campagna Foresta Italia e prevede entro il 2023 la piantagione di 20mila alberi su tutto il territorio nazionale – 1000 in ciascuna regione – grazie al prezioso aiuto delle Cooperative, dei Soci e dei clienti, i quali hanno partecipato alla campagna di forestazione nei punti vendita lungo tutto il territorio nazionale attraverso l’acquisto di prodotti a marchio Conad. (Redazione)

vedi

Parlare ai cittadini del futuro