Orlando con le farmacie anticovid

uno stand dell’Esercito Italiano presso il Forum Palermo

Il sindaco Leoluca Orlando ha esentato le farmacie dalla tassa di occupazione di aree pubbliche. I gazebo dove saranno somministrati i vaccini – che raddoppieranno la forza della campagna del generale Francesco Paolo Figliuolo – espletano un servizio pubblico con specifica finalità di assistenza, previdenza e sanità e saranno, pertanto, del tutto assimilati ai casi in cui si beneficia dell’esenzione.

Leoluca Orlando

Un bel provvedimento a firma del primo cittadino considera come “con l’aumentare progressivo delle dosi di vaccino acquistate dal nostro Paese, è fondamentale garantire una maggiore disponibilità di luoghi ove effettuare le vaccinazioni, al fine di assicurare la massima capillarità del servizio sul territorio“.

L’amministrazione tiene conto dell’accordo quadro tra governo, regioni, Federfarma e Assofarm e aderisce alla richiesta di U.Ti. Farma della Provincia di Palermo, in rappresentanza dei farmacisti, cui si da esito positivo con il vincolo della durata della campagna vaccinale.

Il Comune reputa “fondamentale per l’uscita del paese dalla crisi pandemica facilitare in ogni modo la somministrazione dei vaccini e, a tal fine, incoraggiare quanto più possibile l’adesione dei farmacisti al piano vaccinale“.

Finora ha, infatti, aderito il 60 per cento delle farmacie ma altre saranno invogliate e, ad esse, si uniscono altre strutture particolarmente funzionali e dotate di spazi e servizi come i Centri Commerciali.

ph Dima Mukhin on Unsplash

Orlando ha dato mandato al servizio Concessioni di Suolo Pubblico e il Servizio Mobilità del Comune di Palermo di dare priorità alle pratiche concernenti le richieste e esitarle anche in deroga ai regolamenti comunali.

Ovviamente i farmacisti, per ottenere l’esenzione, dovranno produrre unitamente all’istanza di concessione del suolo il modulo di adesione al programma vaccinale, compilato, sottoscritto e inviato ai destinatari firmatari dell’Accordo Quadro Nazionale, dichiarando l’uso per cui viene richiesto lo spazio esterno.

Il ruolo delle farmacie è destinato a crescere e, con esso, la collaborazione tra soggetti diversi chiamati non solo nei momenti di emergenza a fare convergere competenze di vario tipo per raggiungere obiettivi comuni. Anche in questa chiave va interpretata l’iniziativa del Comune. (Sergio Scialabba)

vedi

Le farmacie raddoppiano i vaccini

Le farmacie pilastri della vaccinazione

La vaccinazione avverrà anche nei centri commerciali