Obiettivo sicurezza energetica

ph Matt Hardy on UnsplashI

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giorgia Meloni e del ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica Gilberto Pichetto Fratin, ha approvato un decreto – legge che introduce disposizioni urgenti per la sicurezza energetica del Paese, la promozione del ricorso alle fonti rinnovabili di energia, il sostegno alle imprese a forte consumo di energia.

In materia di impianti eolici galleggianti in mare, per favorire il raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione al 2030, si prevede l’individuazione di aree demaniali marittime – in 2 porti del Mezzogiorno soggetti alla gestione di un’Autorità di sistema portuale – da destinare alla realizzazione di infrastrutture idonee allo sviluppo degli investimenti del settore della cantieristica navale per la produzione, l’assemblaggio e il varo di piattaforme galleggianti.

Questa tecnologia – che sta muovendo i primi passi verso la commercializzazione – abilita un potenziale eolico più elevato, sfruttando venti che soffiano in zone molto profonde, ha un impatto ambientale potenzialmente basso, poiché le turbine e le piattaforme galleggianti possono essere costruite e assemblate a terra e, poi, rimorchiate al sito di installazione offshore. Si prevede, inoltre, che la capacità eolica offshore galleggiante supererà i 260 GW entro il 2050. (Redazione)

vedi

Sole e vento fanno il 41 per cento