Numeri stellari per Stellantis

ph Lucas Ludwig on Unsplash

Stellantis sarà il quarto costruttore di auto al mondo con 8,1 milioni di auto vendute, alle spalle di Gm, Volkswagen e l’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi. Gli azionisti di Fca e Psa hanno dato il via libera alla fusione con il 99,1 per cento dei voti.

L’operazione sarà perfezionata il 16 gennaio e il 18 gennaio il titolo sarà quotato nelle Borse di Milano e Parigi, martedì al New York Stock Exchange. Il nuovo gruppo manterrà tutti i marchi attuali delle due società tra i quali alcuni legati alla storia dell’auto.

Il quartier generale resterà ad Amsterdam  mentre le sedi operative a Detroit, Parigi e Torino. I numeri sono stellari: 400mila dipendenti e oltre 180 miliardi di euro di fatturato. L’innovazione il punto cardine delle strategie, in particolare l’elettrico.

Stellantis rappresenta l’unione di due partner che condividono la stessa mentalità. Due realtà che si uniscono per costruire qualcosa di unico. Vogliamo avere un ruolo di primo piano nel prossimo decennio che ridefinirà la mobilità. E’ un ulteriore coraggioso passo avanti nel nostro viaggio” ha sottolineato il presidente John Elkann che può vantare un successo dentro quello dell’obiettivo raggiunto.

La Giovanni Agnelli Bv aumenterà infatti il proprio controllo (raggiungendo l’80 per cento) nella  holding del gruppo industriale torinese, Exor, che – con una percentuale del 14,5 – è primo socio in Stellantis. (Redazione

 

vedi

Coronavirus, contributo milionario della famiglia Agnelli

Firmato l’accordo: Repubblica passa agli Agnelli

 

 

 

 

Lascia un commento