Nona edizione del Premio Azzurri d’Italia

Villa Niscemi

La pallavolo siciliana nelle imprese di atleti, dirigenti ed arbitri  e nei racconti di giornalisti ed esperti: è il tema della nona edizione del Premio Azzurri d’Italia organizzato dalla delegazione regionale e dalla sezione di Palermo dell’Associazione Nazionale Atleti Olimpici ed Azzurri d’Italia, guidate rispettivamente da Nando Sorbello ed Antonio Selvaggio.

Nella Sala delle Carrozze a Villa Niscemi giovedì prossimo, 14 novembre, dalle ore 16.30, un intero pomeriggio sarà dedicato alla pallavolo. Protagonisti saranno, soprattutto, gli studenti della scuola media Maredolce che hanno partecipato al concorso Dipingi il tuo volley. Saranno consegnate medaglie celebrative a tutti i ragazzi che hanno presentato gli elaborati, con una particolare segnalazione per i tre considerati più pertinenti.

A ricevere il Premio Azzurri d’Italia saranno gli ex giocatori Peppe Bua, Dario Miceli (alla memoria) e Patrizia Raimondi; il consigliere nazionale della Fipav, Davide Angelo Anzalone, il presidente della Sigel Marsala, Massimo Alloro; l’arbitro benemerito Matteo Cipolla, Valentino Renda (alla memoria), l’allenatore dell’Ultragel Ard Palermo Tommaso Pirrotta e i giornalisti Nunzio Currenti e Giusy Bottone.

Il Premio intitolato all’ex velocista azzurro Roberto Cecchinato, andrà, invece allo sprinter siracusano, Matteo Melluzzo, medaglia d’argento al Festival olimpico della gioventù europea lo scorso luglio a Baku (Azerbaigian).

Tra i premiati anche il presidente della SSD Palermo, Dario Mirri, protagonista della rinascita del calcio nel capoluogo. Nel corso del pomeriggio saranno consegnati riconoscimenti anche alla squadre che hanno vinto il Torneo di Pallavolo della Scuola Media Pecoraro, storico Istituto che ha fatto la storia del volley siciliano.

Alla nona edizione del Premio Azzurri d’Italia interverranno, tra gli altri, il presidente regionale della Fipav, Giorgio Castronovo, il presidente provinciale, Roberto Mormino, Vittorio Di Simone, Giorgio Lo Canto, Fabio Rocca, Anna Calì ed Ario De Giovanni. (Redazione)

 

 

 

 

Lascia un commento