Nella partita contro il Lecce i rosanero si giocano tutto

ph Peter Glaser on Unsplash

Troppo brutto per essere vero. E non si parla solo del rotondo 3-0 con cui il Crotone ha schiantato il Palermo ieri sul prato dello stadio Ezio Scida, ma anche del modo in cui questi tre goal sono maturati.

Quello visto ieri in campo è stato uno dei peggiori incontri giocati dai rosanero negli ultimi 2 anni. Una squadra svogliata e confusa, con una difesa incapace di respingere le (poche) azioni da rete dei pitagorici, e un attacco spento e impreciso. Basti dire che nell’arco dei 90 minuti il portiere del Crotone è stato impegnato non più di 3 volte.
Ad aprire le danze è stato Rohdén al 28°, lesto a ribadire in porta sul palo colto da Nwanko, complici Bellusci e Rajkovic immobili al centro dell’area. Al 76° Moreo cerca di bucare la porta difesa da Cordaz con uno stop in area e sinistro al volo, ma il portiere è lesto a respingere di piede. Due minuti dopo il Palermo si scioglie. Dall’attacco portato da Mraz si genera un incredibile serie di rimpalli con Bellusci e Rajkovic (ancora loro) incapaci di spazzare il pallone fuori e supportati da Pomini fermo tra i pali. Alla fine lo stesso Mraz approfitta dell’imbarazzante difesa rosanero per mettere a segno il secondo goal dei pitagorici. La reazione dei rosanero è tardiva e sterile. Inoltre in pieno recupero Aleesami cintura Nwanko in piena area. Lo stesso attaccante nigeriano mette in rete il rigore che ne consegue.
Volti scuri al termine dell’incontro. Stellone non cerca alibi “La sconfitta è meritata. Dobbiamo cercare di metterla da parte e ripartire subito contro il Lecce”. E proprio contro il Lecce sarà una gara fondamentale da “dentro o fuori”, visto che in classifica i Salentini insieme con il Pescara seguono da vicino i rosanero. Il Benevento, intanto, ha scavalcato il Palermo in classifica conquistando il secondo posto, mentre il Brescia di Corini non va oltre il pareggio contro il Padova e perde una grande occasione per andare in fuga.
Lecce, dunque: sabato 2 marzo alle 18.00 è in palio un’importante fetta di serie A, ed è una gara che i rosanero devono preparare voltando completamente pagina. Il mister già stamane inizierà la preparazione, cercando di riportare in se una squadra diametralmente opposta a quella grintosa e spavalda di neanche 3 mesi fa. (Alessandro Ferrante)

Lascia un commento