Navette e parcheggi gratis al Campus Unipa

il rettore dell’ateneo palermitano Micari

(Carmela Corso) Niente pagamento per i parcheggi e navette altrettanto gratuite all’interno della cittadella universitaria. Si è conclusa nel migliore dei modi la polemica nata nel 2009 e durata due lustri fa, montata a seguito dell’annuncio di voler affidare ai privati la gestione dei parcheggi nel campus dell’Università degli Studi di Palermo.

Dopo le numerose proteste di studenti e dipendenti, il Consiglio d’Amministrazione dell’Università ha archiviato il piano di privatizzazione dal quale erano scaturite le polemiche. Uno sforzo economico importante di Unipa garantirà un servizio di navette e parcheggi gratuiti ad usufrutto dell’intera comunità accademica.

Il piano dispone anche un’implementazione ed un potenziamento del servizio di videosorveglianza quest’ultimo richiesto in modo particolare. Solo l’ultima di una lunga serie di aggressioni, cui si aggiunge anche lo spinoso problema dei numerosi cani randagi che da anni dilaga in viale delle Scienze, che hanno posto l’accento sulla gestione della sicurezza all’interno del Campus sulla quale l’amministrazione universitaria spera di fornire risposte che possano soddisfare le esigenze di tutti i soggetti che quotidianamente, frequentano la cittadella.

Grazie a tale accordo – ha commentato il Rettore Fabrizio Micari che verrà auspicabilmente siglato nelle prossime settimane, l’area del Campus rientrerà nella piena disponibilità dell’Ateneo. La solidità del bilancio di Ateneo, in attivo già da quattro esercizi consecutivi – continua – ha consentito di far fronte ad uno sforzo economico finalizzato a garantire l’erogazione gratuita di importanti servizi in favore degli studenti e dei dipendenti, come il servizio navetta e una decisa implementazione del servizio di videosorveglianza, rispondendo quindi alle reiterate istanze pervenute in tal senso dalla comunità accademica. È doveroso – conclude il Rettore – esprimere gratitudine nei confronti degli uffici che hanno condotto proficuamente le trattative e manifestare apprezzamento nei riguardi della ditta concessionaria, che si è distinta per spirito di collaborazione e attenzione all’Istituzione universitaria.”

 

leggi anche Tutto (e tutti) sotto controllo (di Sergio Scialabba)

 

 

Lascia un commento