Natale Kasanova e Giuseppe Bruno

Freestocks on Unsplash

Kasanova? Tavola stellare, menù stellato! L’emozione di un’atmosfera magica, ricca di dettagli e decori che profumano di festa. Cucinare con le nuove linee di prodotti Kasanova per preparare piatti buoni e sani è un must, scegliere come apparecchiare è appagamento e creatività.

Mai come quest’anno la mise en place Kasanova si fonda su allestimenti raffinati e dettagli curati che sanno aggiungere atmosfera al pranzo più gourmet dell’anno. E se alla griffe del decor e del casalingo, aggiungiamo spunti gastronomici firmati, il dado è tratto!

E’ lo chef Giuseppe Bruno, giovane, appassionato e talentuoso, ad offrire un viaggio di sapori tra tradizione e innovazione. Per le feste ha scelto di presentare un doppio tris di favolose portate, delicate e sfiziose, impiattate ovviamente a regola di… chef.

Perché al pranzo dei pranzi, per fare un figurone e sorprendere i commensali, oltre al palato anche l’occhio vuole la sua parte. Buon Natale da Kasanova e dallo chef Giuseppe Bruno e buona, buonissima degustazione!

ROSTI DI PATATE CON CREMA ACIDA E SALMONE AFFUMICATO

Una deliziosa ricetta. Un piatto che unisce la croccantezza delle patate alla cremosità della panna, creando un’armonia perfetta con il sapore intenso del salmone

Ingredienti per 4 persone: 
4 patate di media dimensione 
Succo di un limone e mezzo 
300 ml panna fresca 
Sale q.b. 
Olio evo q.b. 
10 g erba cipollina 
300 g salmone affumicato 
Aneto 

Procedimento: laviamo le patate e le adagiamo in una pentola con acqua fredda, portando tutto a ebollizione. Dopo 15 minuti di cottura, le peliamo e grattugiamo per ottenere delle scagliette. 
In una padella, aggiungiamo olio evo e rosoliamo le scagliette di patate su entrambi i lati. 
Prepariamo la crema acida: in un recipiente, uniamo panna acida, succo di limone e erba cipollina finemente tagliata. Mescoliamo bene. Impiattamento: sul piatto, adagiamo il rosti di patate, stendiamo la crema acida con una spatolina, aggiungiamo il salmone affumicato e decoriamo con ciuffetti di aneto

RISOTTO ALLO ZAFFERANO CON TARTARE DI TONNO E BURRATA Un capolavoro di equilibrio e freschezza: la cremosità del risotto, la robustezza del tonno e la morbidezza della burrata, il tutto esaltato dal sapore deciso dello zafferano

Ingredienti:
150 g filetto di tonno
2 bustine di zafferano 350 g riso carnaroli
Brodo vegetale
1 burrata
Sale q.b.
Olio evo
50 g burro
70 g parmigiano
Menta

Procedimento: prepariamo la tartare di tonno tagliandolo in piccoli cubetti e condiamolo con sale e olio evo. Lasciamo marinare. Lavoriamo la burrata tagliandola finemente perché servirà per ultimare il piatto. Tostiamo e cuociamo il riso: in una pentola, tostiamo il riso, aggiungiamo brodo vegetale e poi lo zafferano per infondere il suo colore e sapore caratteristici. Lasciamo cuocere il risotto. Rendiamo il risotto cremoso. A cottura completata, aggiungiamo burro e parmigiano al risotto, mescolando per ottenere una consistenza cremosa. Impiattamento: in un piatto, adagiamo il risotto allo zafferano, sovrapponiamo la tartare di tonno e completiamo il piatto con la burrata tagliata finemente. Guarniamo con foglioline di menta per un tocco finale di freschezza

RISOTTO CON ZUCCA, FUNGHI CHAMPIGNON E FONDUTA AL PARMIGIANO

Un tripudio di sapori e profumi che vi farà sentire avvolti dal calore di questa stagione. Preparatevi a un’esperienza gustativa unica! Ingredienti per 4 persone


300 g di riso
300 g di zucca
200 g di panna
200 g di parmigiano grattugiato
4 funghi champignon freschi
Sale q.b.
Olio evo
Rosmarino
Aglio
Alloro
Salvia
70 g di burro

Procedimento: prepariamo la zucca al forno tagliandola a zucca a metà e, con un coltello, creiamo dei quadrati. Aggiungiamo erbe aromatiche, aglio, sale, olio evo. Cuociamo in forno preriscaldato a 160 gradi per circa 2 ore. Dalla seconda metà, tagliamo 24 fettine sottili da adagiare sul risotto. Puliamo i funghi champignon freschi e affettiamoli. Prepariamo la fonduta al parmigiano unendo in un pentolino la panna e il parmigiano grattugiato. Portiamo a bollore, girando con una frusta. Se necessario, frulliamo il composto per renderlo liscio e omogeneo.
Creiamo la crema di zucca cotta scavandola e  frulliamola con un po’ di latte fino a ottenere una crema vellutata.

Tostiamo il riso e cuociamo il risotto: in una pentola, tostiamo il riso. Dopo 5 minuti, aggiungiamo la crema di zucca e proseguiamo la cottura. Quando il riso è cotto, aggiungiamo burro e parmigiano per renderlo cremoso. Rosoliamo poi i funghi in una padella Kasanova, aggiungiamo un filo di olio evo e sale e facciamo rosolare i funghi champignon. Impiattamento: adagiamo il riso su un piatto, alterniamo fette di zucca e funghi champignon. Concludiamo il piatto con la deliziosa fonduta di parmigiano


SANDWICH DI CROSTINI CON BACCALÀ MANTECATO, POMODORINI CONFIT E OLIVE TAGGIASCHE Un connubio perfetto tra la cremosità del baccalà, la dolcezza dei pomodorini confit e il tocco unico delle olive taggiasche


Ingredienti per 4 persone:
8 fette di pancarré
400 g di baccalà ammollato e dissalato
150 ml di olio di semi di girasole
2 foglie di alloro
2 patate di media dimensione
3 scalogni
500 ml di latte
16 pomodorini datterini freschi
2 rametti di timo
2 bucce di limone
2 bucce d’arancia
1 cucchiaino da caffè di zucchero

1 cucchiaino da caffè di sale
15 olive taggiasche
1 rametto di rosmarino


Procedimento: prepariamo i pomodorini datterini tagliandoli a metà verticalmente e adagiamoli su una teglia Kasanova. Aggiungiamo timo, sale, zucchero, olio evo, buccia d’arancia e di limone. Cuociamo in forno a 85 gradi per circa 2 ore e mezza. Prepariamo il baccalà mantecato tagliandolo a pezzi e mettiamolo in una pentola antiaderente Kasanova con olio evo, scalogno, patate a pezzetti, alloro e salvia. Aggiungiamo il latte e cuociamo per circa un’ora e mezza. Emulsioniamo il tutto con olio di semi usando un frullatore a immersione Kasanova. Prepariamo i crostini di pancarré tagliando il pan carré in rettangoli e rosoliamoli in padella con olio evo. Prendiamo un rettangolo, adagiamo il baccalà al centro con l’aiuto di un cucchiaino da caffè e chiudiamo con un’altra fetta di pancarré. Impiattamento: adagiamo il sandwich di crostini su un piatto e appoggiamo i pomodorini confit, le olive taggiasche e ciuffetti di rosmarino.

CREMOSO DI PATATE CON LENTICCHIE, COTECHINO CROCCANTE E PORRO FRITTO
Un piatto che incarna il calore e la bontà della cucina casalinga. Una combinazione di sapori autentici e tradizionali ma leggermente rivisitati!

Ingredienti:
Per la crema di patate e porri:
2 patate grandi
1 porro
400 ml brodo vegetale
70 g burro
Per le lenticchie:
100 g lenticchie
300 ml acqua
2 foglie di alloro
Altro:
1 rametto di rosmarino
300 g cotechino
Procedimento: prepariamo la crema di patate e porri pulendo le patate e tagliamole a piccoli pezzi, così anche per una parte del porro. In una pentola, cuociamo le patate e il porro con burro, sale e brodo vegetale per circa 30 minuti. Tagliamo la restante parte del porro a striscette lunghe e teniamole da parte. Prepariamo le lenticchie: puliamo e tagliamo sedano, carote e cipolle a pezzi piccoli. In una pentola, cuociamo le lenticchie con alloro, rosmarino, brodo vegetale e sale per circa 40 minuti. Prepariamo il cotechino croccante tagliando il cotechino a fettine e rosoliamole in padella per renderle croccanti. Facciamo il porro fritto: prendiamo il porro precedentemente tagliato a listarelle, infariniamolo e friggiamolo in olio caldo fino a doratura. Impiattamento: sun piatto, adagiamo uno strato di crema di patate. Aggiungiamo le lenticchie sopra la crema. Disponiamo le fettine croccanti di cotechino. Chiudiamo il piatto con il tocco croccante del porro fritto

PANDORO CON CREMA CHANTILLY
Ecco infine la combinazione irresistibile del soffice pandoro e la delicatezza della crema chantilly

Ingredienti:
Pandoro
2 uova
70 g di farina
500 ml di latte
1 scorza di limone
200 g di zucchero
250 ml di panna fresca da pasticceria

Procedimento: in un pentolino, versiamo il latte e aggiungiamo i semi della bacca di vaniglia e la buccia di limone. Portiamo il latte a bollore. Prepariamo la crema pasticcera separando le uova. Nei tuorli aggiungiamo lo zucchero e mescoliamo energicamente con una frusta fin a ottenere un composto omogeneo. Aggiungiamo la farina setacciata al composto e continuiamo a mescolare. Una volta che il latte arriva a ebollizione, abbassiamo la fiamma e aggiungiamo il composto di uova, zucchero e farina. Mescoliamo continuamente per evitare che la crema si attacchi al fondo. Rimuoviamola dal fuoco e versiamola in una teglia. Copriamo con pellicola trasparente a contatto con la superficie per evitare la formazione di una crosticina. Lasciamo raffreddare. Nel frattempo, montiamo la panna fresca con una frusta. Impiattamento: una volta che la crema pasticcera si è raffreddata, uniamo delicatamente la panna montata, mescolando dal basso verso l’alto per mantenere la leggerezza della crema. Tagliamo il pandoro a fette e adagiamolo su un piatto da portata e versiamo la crema chantilly su ogni fetta

A proposito dello Chef Giuseppe Bruno

La sua avventura culinaria è iniziata come un sogno ma si è trasformata presto in realtà. Ha iniziato da giovanissimo con ruoli minori, incontrando ostacoli che si sono rivelati trampolini di lancio e che gli hanno permesso di trasformare le esperienze quotidiane in lezioni preziose: ha avuto il privilegio di affinare le sue abilità accanto a chef rinomati e di mettere le mani in pasta in importanti ristoranti.

Questa esperienza non solo gli ha permesso di perfezionare le sue tecniche, ma ha anche plasmato la sua visione della cucina come un’arte da celebrare e da condividere. Oggi Bruno è cuoco presso Villa Cora ma ha anche un altro sogno: condividere la sua passione per la cucina, dimostrando che non c’è bisogno di avere il titolo di Chef per preparare piatti straordinari.

Attraverso Kasanova, si può esplorare il mondo della cucina e scoprire trucchi e segreti e a provare ricette. Davanti ai fornelli ha scelto Kasanova e le pentole Black Diamond e Tri-ply perché in cucina è fondamentale avere degli accessori resistenti dalle alte prestazioni.

La linea Tri-ply con acciaio inox indistruttibile e trama a nido d’ape garantisce una diffusione rapida e uniforme del calore, fondamentale per cuocere tutto in maniera veloce. La linea Black Diamond Kasanova invece, con il suo rivestimento antiaderente resistente all’usura, è come avere il top di gamma dei ristoranti anche nella mia cucina di casa. (Redazione)

vedi

Chiara, fresca e dolce acqua