Maturità verso il rush finale

il liceo classico Garibaldi

È scattata l’ora X per migliaia di maturandi che, stamani, hanno sostenuto la tanto temuta prima prova, la stessa per tutto il territorio nazionale, cimentandosi in una tra  le diverse tipologie di tema: analisi del testo, testo argomentativo e tema di attualità.

Dopo il tototemi che, puntualmente si è scatenato a poche ore dall’esame – che lanciava in pole position autori come D’Annunzio, Ungaretti, Montale, Pirandello e, tra avvenimenti salienti, i 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino – sono state rese note le tracce scelte dal Miur: Ungaretti e Sciascia all’analisi del testo, il patrimonio culturale per il tema artistico-letterario, Corrado Stajano per il saggio storico-politico, l’illusione della conoscenza per quello tecnico-scientifico, sport e storia e lotta alla mafia con la figura di Carlo Alberto Dalla Chiesa per l’attualità e il tema a carattere generale, che al momento, risulta la scelta più gettonata dagli studenti.

Domani, 20 giugno, sarà la volta della seconda prova scritta: multidisciplinare e specifica per ogni indirizzo di studio per verificare conoscenze e competenze di tutti i maturandi. Tra le novità di quest’anno un cambio non solo nelle materie scelte ma anche nella struttura: una parte ministeriale, uguale per tutti gli studenti di un dato indirizzo di studi, e una parte stabilita dalla commissione.
Quindi via con la prova orale, un’interrogazione incrociata su più materie che, per la prima volta, non vedrà la presenza della tesina (percorso multidisciplinare a scelta degli studenti, e in molto casi una vera e propria coperta di Linus) rimpiazzata da una relazione dell’esperienza di alternanza scuola – lavoro. (Carmela Corso)

Lascia un commento