Mattarella a Genova ai funerali della discordia

Mattarella alla cerimonia commemorativa del 30° anniversario della morte del prof. Roberto Ruffilli (foto Quirinale)

Oggi è giornata di lutto nazionale in occasione dei funerali solenni delle vittime della tragedia di Genova. Gli estremi onori per coloro la cui esistenza è stata troncata dalla fatalità di trovarsi sul ponte al momento del crollo saranno celebrati dall’arcivescovo di Genova, cardinale Angelo Bagnasco. Sarà presente il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Purtroppo però, come era prevedibile, molti familiari delle vittime diserteranno la cerimonia.  Saranno, dunque, in numero inferiore a quanto previsto le bare benedette nel padiglione blu della Fiera. Questo è certamente un segno di delusione e sfiducia nei confronti dello Stato, entrambi sentimenti percepiti sin da subito dal capo dello Stato. Mattarella ha, infatti, poco dopo la tragedia, dichiarato: “Nessuna autorità potrà sottrarsi a un esercizio di piena responsabilità: lo esigono le famiglie delle tante vittime, lo esigono le comunità colpite da un evento che lascerà il segno, lo esige la coscienza della nostra società nazionale. Gli italiani hanno diritto a infrastrutture moderne ed efficienti che accompagnino con sicurezza la vita di tutti i giorni.” Anche la città partecipa a questo dolore personale e collettivo. Il Comune di Palermo esporrà le bandiere a mezz’asta su tutti gli edifici comunali. (Redazione)

Lascia un commento