Matinée nella magica cornice di Villa Malfitano

Giacomo Romano durante il concerto

(Redazione) Nella sempre magica cornice di Villa Malfitano, ospitata dalla Fondazione Whitaker, una matinée ha avuto per protagonista al clavicembalo il giovanissimo Giacomo Romano, in partenza per il nord Europa con una borsa Erasmus a Bruxelles e contemporaneamente per un prestigioso master al Conservatorio reale dell’Aia. 

Il giovane talento ha suonato su un magnifico clavicembalo offerto dal Maestro Ugo Casiglia, eseguendo un programma all’insegna della meraviglia barocca, con pagine preziose sia dal repertorio italiano (Storace e Scarlatti) sia da quello francese (i due Couperin, D’Anglebert, Royer).

Nato ad Erice nel 1999, nel 2011 ha intrapreso lo studio del pianoforte presso il Conservatorio “A. Scontrino” di Trapani sotto la guida del Prof.Cesare Castagnoli e nel 2017 ha completato il corso pre-accademico di pianoforte con il prof. Franco Foderà. Oggi, sotto la guida di Claudio Astronio, frequenta il terzo anno del triennio superiore della Scuola di Clavicembalo e Tastiere Storiche. Nel 2016 ha conseguito il Primo Premio al 4° Concorso Internazionale ‘’Wanda Landowska’’ ottenendo il premio speciale ‘’Clavicembalisti Italiani’’ a Ruvo di Puglia, dove ha riconseguito il Primo Premio alla 5° Edizione (nel 2017) ottenendo pure il premio speciale ‘’Esecuzione di un brano di musica contemporanea’. E’ anche vincitore del primo premio della VII edizione del concorso ‘’Premio Kiwanis’’ dedicato a F. Braschi all’interno del conservatorio A. Scontrino. Nel 2019 ha conseguito il Primo Premio assoluto al 7° Concorso Internazionale ‘’Wanda Landowska’’. 

Lascia un commento