Madrid onorò un ribelle della moda

La Fondazione Mapfre a Madrid

Si è ritirato dopo la sfilata per il 50esimo anniversario di attività, durante la settimana della moda di Parigi nel gennaio 2020, quando era appena cominciato il tempo della pandemia.

Jean-Paul Gaultier, il ribelle dell’alta moda e del prêt-à-porter, noto per i suoi modelli non convenzionali con corsetti, marinières e barattoli di latta, è stato anche direttore creativo della casa di lusso francese Hermès dal 2003 al 2010, dopo aver fondato la sua omonima etichetta di moda nel 1982 e la linea di profumi nel 1993.

L’influenza del marchio è stata sancita dalla mostra – che ne ha anche celebrato l’eclettico mondo – allestita nella Fondazione Mapfre Museum, punto di riferimento culturale imprescindibile nella capitale iberica appartenente al colosso delle assicurazioni.

Schizzi vintage, fotografie e abiti di haute couture dei primi anni di Jean-Paul Gaultier magnificamente riuniti nel palazzo al 23 di Paseo de Recoletos e immersi in surreali atmosfere, che turisti e visitatori hanno potuto ammirare tra il 2012 e il 2013.

Sembra passato un secolo e, in effetti, in questo tempo incerto, il confronto tra due stagioni diverse – una è agli albori – è inevitabile. Come un certo distanziamento mentale dai fasti creativi degli ultimi decenni del Novecento. (Sergio Scialabba)

vedi

Tutti guardano a Madrid